Archivio per 4 agosto 2011

LA BELLA STORIA DEL… CASCHETTO   Leave a comment

 
 
 
  LOUISE BROOKS
 
 
 
STORIA DEL… CASCHETTO
Tony Kospan
 
 
 
 
La nascita ufficiale del caschetto risale al 1909…

Ma nell’immaginario collettivo e sulla base di dipinti di varie epoche… il primo taglio a caschetto potrebbe essere stato quello di Cleopatra un paio di millenni fa.
 
 
 
 
 

 

 

 

Non potendo inoltrarci con precisione nella moda dei millenni passati atteniamoci alla storia… moderna… di questo che possiamo considerare un rivoluzionario taglio.

Siamo nel 1909 a Parigi ed il famosissimo coiffeur Antoine crea questa pettinatura “à la garçonne” ispirandosi, secondo alcuni, a Giovanna D’arco.
 
 
 
 

Giovanna D'Arco

 

 

 
La sua intenzione, in quei primi convulsi anni del '900 così pieni di fermenti industriali, artistici e culturali, è quella di presentare per il nuovo secolo un’immagine di donna del tutto nuova e volitiva.

Tuttavia il caschetto non si affermò subito proprio, forse, perché i capelli corti e la frangetta sembravano, alle persone del tempo, un segno di eccessiva mascolinità…
 
 
 
 
 
Signora nel 1920
 
 
 
 
Dopo un decennio però questo taglio diventò una moda diffusa in tutto il mondo…

Si era ormai nei bollenti e ruggenti anni 20 e la grande diffusione fu dovuta sia ad una maggior libertà raggiunta dalle donne che al successo nel cinema muto della famosa star Louise Brooks.

 

 

 
 
Louise Brooks
 
 
 
 
Il taglio netto sulla fronte con le estremità a punta, la nuca scoperta
gli occhi truccatissimi e la bocca a cuore di Louise… prima scandalizzò e poi entusiasmò la società dell’epoca.
Louise diventò quindi il simbolo delle donne moderne… libere…
ed il successo del caschetto fu davvero enorme…
 
 
 
 
 

Louise Brooks

 
 
 
 
  Nei decenni successivi tuttavia cadde nel dimanticatoio e solo nel 1963 grazie a Mary Quant… la famosa creatrice della “minigonna”
 
 
 
 

Mary Quant

 

 

ma anche di Jiuliette Greco ed altre… tornò di moda…
 
Stavolta però il taglio diviene, grazie ai Beatles che ne fecero quasi una bandiera…, anche unisex.
 
 
 
 

Beatles

 

 
 
Da noi simboli del caschetto negli anni 60 furono Caterina Caselli che fu definita “Caschetto d’oro”
 
 
 
 
 

Caterina Caselli

 

 

e “Valentina” creata dalla matita del grande fumettista Crepax.
 
 
 
 
 

Valentina

 

 
 
Negli ultimi anni infine, pur senza dominare, la moda del caschetto non è mai scomparsa… e di recente si segnalano quali “sfoggiatrici” del caschetto Victoria Beckham,
 
 
 
 
 

Victoria Beckham

 

 
 
la cantante Rihanna ed in ultimo la “first lady” d’America… Michelle Obama…
 
 
 
 
 

http://blackliberal.files.wordpress.com/2009/02/michelle-obama-political-aspirations.jpg?w=1000

Michelle Obama

 

 
 
Il caschetto (ma è chiamato anche “carré” o “bob”) è stato e resta comunque la pettinatura simbolo dell’emancipazione femminile.
 
A mio parere è un taglio davvero carino e sbarazzino legato alla visione di una donna moderna e conscia dei suoi diritti ed è per questo che ritengo giusto pertanto ricordarne i suoi… 103 anni…
 
 
 
 
 
Ciao da Tony Kospan
 
 
 
 

IL SALOTTO DI SOGNO DI FB? 
  PSICHEESOGNO1RID.gif PSICHE E SOGNO picture by orsosognante
 
 
 

Pubblicato 4 agosto 2011 da tonykospan21 in Senza categoria, STORIA... IN SENSO AMPIO

LA VOCE INDIANA – POESIA E GRIDO D’AIUTO PELLEROSSA…   1 comment

 

Questa poesia è molto nota nel web per la sua bellezza
e per il suo grido d'aiuto forte e suggestivo…
a favore dei diritti degli Indiani d'America… da secoli calpestati…
 
 
 

 

 

LA VOCE INDIANA

 

 

 
 
 

 
 
 
L'autore nato nel '44 in una riserva del Nord Dakota 
è stato negli anni 70 uno dei più attivi organizzatori del
Movimento degli Indiani d'America.
 
 
Talmente attivo che mentre indagava su alcuni
omicidi avvenuti nella Riserva indiana di Pine Ridge
 fu accusato a sua volta di un omicidio…
 per tutti… ingiustamente (ma non per la Legge)
avvenuto durante gli incidenti che si verificarono
in quella riserva all'inizio degli anni 70.
 
 
 
 
 
 
Da allora governi e associazioni di tutto il mondo chiedono,
finora inutilmente, la revisione del processo…
che presenta, a detta di moltissimi…,
molte irregolarità…
 
 
Ma veniamo alla poesia…
 
 
 
 
 
 
 
 
LA VOCE INDIANA
Leonard Peltier
 
Io sono la Voce Indiana.
Voglio che mi sentano in tutti i nostri territori.
Da duecento anni sono prigioniero di guerra
nella mia terra.
Sono prigioniero dell’odio e dell’avidità,
della menzogna e del pregiudizio,
dell’indifferenza e dell’ignoranza,
dell’ingiustizia
degli uomini che schiacciarono
con la forza del loro numero me e il mio Popolo,
da quando scesero sulle mie spiagge
e invasero la mia terra nativa.
Imposero a me
la loro società, la loro religione, le loro leggi,
ed è per questo che la mia gente
ora è ridotta a meno di quanto era,
quando con false promesse vennero
per la prima volta sulle nostre spiagge.
Io sono la Voce Indiana collettiva
e grido forte dalle milioni di tombe
di spiriti senza pace
e milioni sono le grida che si alzano
e chiedono:
Dov’è il mio futuro?
A chi appartiene?
Appartiene al mio Popolo?
Ci sarà felicità sulla terra
che per diritto è mia?
 

 

 

 

 

           

 

 

Ciao da Tony Kospan

 
 
 
 
IL TUO SALOTTO CULTURALE
IN FACEBOOK
  PSICHEESOGNO1RID.gif PSICHE E SOGNO picture by orsosognante
 
 
 
 

UNA FOTO STORICA E LA SUA… STORIA   5 comments

 

 

 

 

Chi può dire di non aver mai visto questa foto?

 

Essa con il bacio di Edith Shain al marinaio

ha rappresentato una delle immagini più significative,

se non proprio la più significativa,

della fine del II conflitto mondiale.

 

 

 

 

 

UNA FOTO STORICA E LA SUA… STORIA

 

 

 

 

 

Nella foto qui su di 63 anni dopo a New York

ecco la donna di quel bacio divenuto ormai storico.

 

 

 

 

 

TUTTA LA STORIA DELLA FOTO…

E DEI SUOI PROTAGONISTI

 

 

Edith Shain… Il 15 agosto 1945…

fu fotografata in piena Times Square

tra le braccia di un marinaio che la baciava appassionatamente

per festeggiare la vittoria sul Giappone.

 

 

Alfred Eisenstaedt

(Tczew 6 12 1898 – Massachusetts 24 8 1995)

 

 

L'autore… Alfred Eisenstaedt fotografo e fotoreporter tedesco naturalizzato statunitense

è divenuto famoso in tutto il mondo proprio per questa foto.

 

Questa infatti divenne il simbolo della fine della Seconda Guerra mondiale,

ma per anni i due personaggi rimasero sconosciuti al grande pubblico.

 

 

 

 

 

Ci furono molti tentativi per conoscer i 2 interpreti del…bacio..

ma, nonostante i ripetuti appelli della rivista Life, per la quale lavorava “Eisie”,

così era soprannominato Eisenstaedt perché si faceva amare da tutti

la ricerca rimase senza esito.

 

Poi, all’inizio degli anni Ottanta l’infermiera si fece avanti:

si chiamava Edith Shain e raccontò che

«il marinaio mi prese, mi baciò e poi ognuno se ne andò per la sua strada,

davvero non potrei sapere chi fosse».

 

 

 

 

Dopo 63 anni Edith Shain, ormai novantenne, tornò a New York per presenziare

alla messa in scena del musical South Pacific, ispirato proprio a quei giorni,

al Vivian Beaumont Theater.

 

Shain è volata nella Grande Mela, da Los Angeles, per assistere allo spettacolo

della parata dei veterani della seconda guerra mondiale

a cui partecipò in prima fila, ricevendo gli onori del caso.

 

 

 

 

Lei ci teneva a specificare il significato vero di quella foto:

«Dice molte cose: speranza, amore, pace e futuro.

La fine della guerra è stata una esperienza stupenda

e quello scatto racchiude tutto questo».

 

 

 

 

Ma la storia di questa foto non finisce qui…

 

 

LA STATUA DI SAN DIEGO

 

Infatti per omaggiar questa mitica foto l’artista J. Seward Johnson

ha realizzato questa enorme statua dal nome Unconditional Surrender

(resa incondizionata) che dal 10 febbraio di quest'anno

si trova nel Mole Park di San Diego

 

 

 

 

Questa è dunque la vera storia

della foto di un bacio

divenuta mitico storico simbolo

 

 

 TONY KOSPAN

 

 

 

 

LA TUA PAGINA DI SOGNO DI FACEBOOK?

PSICHEESOGNO1RID.gif PSICHE E SOGNO picture by orsosognante

 

 

IL CUORE CHE RIDE – C. BUKOWSKI – FELICE GIOVEDI’ IN POESIA E…   2 comments

 

 

 

 

 

 

 

Se il mio bacio ti offende,

se ti sembra un castigo,

puniscimi anche tu:

rendimi il bacio!

(Catullo Gaio Valerio 89 a.C)

 

 

 

 

 

IL CUORE CHE RIDE

Charles Bukowski

 

La tua vita è la tua vita.
Non lasciare che le batoste
la sbattano nella cantina dell’arrendevolezza.
Stai in guardia.
Ci sono delle uscite.
Da qualche parte c’è luce.
Forse non sarà una gran luce
ma la vince sulle tenebre.
Stai in guardia.
Gli dei ti offriranno delle occasioni.
Riconoscile, afferrale.
Non puoi sconfiggere la morte
ma puoi sconfiggere la morte in vita,
qualche volta.
E piùimpari a farlo di frequente,
più luce ci sarà .
La tua vita è la tua vita.
Sappilo finché ce l’hai.
Tu sei meraviglioso
gli dei aspettano di compiacersi in te.
 
 

 

 

 

 

Image and video hosting by TinyPic

 

 

 
 

Image and video hosting by TinyPic

da Orso Tony

 

IL CANE BALLERINO… ALTRO CHE FRED ASTAIRE…   1 comment

 

 

IL CANE BALLERINO…

 

 

ALTRO CHE FRED ASTAIRE…

 

E' FORTISSIMO!!!

 

 
 

GUARDARE PER CREDERE…

 

 

CIAO DA TONY KOSPAN

 

 

Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

IL SALOTTO DI SOGNO DI FACEBOOK?
APRI LO SCRIGNO
 
 
 

Pubblicato 4 agosto 2011 da tonykospan21 in IMMAGINI GIF VIDEO PPS, Senza categoria

ACQUA AZZURRA ACQUA CHIARA – L. BATTISTI – CANZONE DELL’ESTATE 1969   Leave a comment

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
ACQUA AZZURRA E ACQUA CHIARA
LE CANZONI DELL’ESTATE
by Tony Kospan
 
 
7Ehandfuloffaries11.gif image by Fantasy-Glitter
 
 
 
Questa nostra piccola antologia delle canzoni
dell’estate…
torna stavolta ad una canzone di qualità…
e che qualità…
 
 
 
 
 
 
ACQUA AZZURRA E ACQUA CHIARA
del grande Lucio… ma proprio tutta sua…
 parole e musica…
 
 
 
 
 
 
Fu la canzone regina dell’estate 1969…
e la trionfatrice del Festivalbar di quell’anno…
 
 
 
 
 
 
Ecco ora alcune immagini-simbolo di quell’anno…
 
 
 
La conquista della Luna
 
 
 
Il famoso festival di Woodstock
 
 
 
Il film Premio Oscar 1969
 
 
 
 
 
 
Qui giù troveremo la canzone…
ed insieme anche il testo…
 
 
 
 

 

 

da  Tony Kospan

 

IL SALOTTO DI SOGNO DI FACEBOOK? 
PSICHEESOGNO1RID.gif PSICHE E SOGNO picture by orsosognante

Pubblicato 4 agosto 2011 da tonykospan21 in CANZONI DELL'ESTATE, Senza categoria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: