Archivio per luglio 2011

PENSO A TE – ELGRECO – FELICE SETTIMANA (ED INIZIO D’AGOSTO) IN POESIA E…   Leave a comment

 

 
 
 
 
 
 
 
 

 
La felicità?
– disse il bell'uccello
e rise con il suo becco dorato –
la felicità, amico, è ovunque,
sui monti e nelle valli,
nei fiori e nei cristalli.
H. Hesse
 

 
 

 
 
 
PENSO A TE
Elgreco
 
Un refolo di vento porta
le tue lontane parole
mistero del mio andare
verso una terra sconosciuta,
se penso alla parole dette,
scritte, ai pensieri andati,
portati dal vento,
al velo di cipria
con cui la tua voce
accompagnava le parole,
al lieve tocco delle carezze
raccontate, mai sentite.
Adesso resta il refolo di vento,
un pensiero dolce,
e la solitudine
antica compagna
scrive parole gia lette
sul foglio bianco del mio cuore,
vela all’orizzonte scompare
e riappare ondeggiando tra le onde
e poi nulla più.
Solo negli occhi il ricordo
di labbra incise su un
foglio di carta rossa.
 
 
 
 
 
 
 mini fleur mini fleur mini fleur mini fleur mini fleur
 
 
 

 
 
 
a tutti… da Orso Tony
 

 

ALBINONI E CANALETTO – CLASSICA ED ARTE IN SALSA VENEZIANA   6 comments

 

ALBINONI E CANALETTO

CLASSICA ED ARTE IN SALSA VENEZIANA

 

 
 
 
NEL NOSTRO CONSUETO… LIBERO… ACCOSTAMENTO…
TRA MUSICA ED IMMAGINI D’ARTE
ECCOCI IN TERRA… ANZI… TERRA E MARE… VENEZIANI…
CON ALBINONI ED IL CANALETTO…
 
 
 
 
 
 
Una delle musiche classiche più note ed amate…
e per me di una dolcezza unica…. opera di
 
 
 

Tomaso Giovanni Albinoni
(Venezia, 8 giugno 1671 – Venezia, 17 gennaio 1750)
 
 
 
associata a questi dipinti del coevo
e concittadino… Canaletto
a sua volta grandissimo cantore (col pennello)
di Venezia
 
 
 

Giovanni Antonio Canal
(Mestre, 7 ottobre 1697 – Venezia, 19 aprile 1768)

 
 
 
 
 
 
Ma eccoci…
al famosissimo stupendo adagio…
 
 
 
 
 
 
Buon ascolto… se ci va…
 
 
Ciaooooooooooooooo
 
 
Orso Tony
 
 

stars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuar

 LA TUA PAGINA DI SOGNO
DI FACEBOOK
psiche6.jpg PSICHE E SOGNO picture by orsosognante
 
 
 

Pubblicato 31 luglio 2011 da tonykospan21 in ARTE MUSICA E..., Senza categoria

LE PIU’ BELLE VIGNETTE SULL’ESTATE   1 comment

 
 
 
L'estate…
la calda estate è al suo culmine…
 
 
 
 
 
 
Essa con i suoi riti… ed i suoi miti…
ci dà anche tante occasioni di sorridere…
come ad esempio con le…
rinfrescanti…A bocca aperta
VIGNETTE SULL'ESTATE…
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
IN OGNI CASO…
SORRIDENTE ESTATE A TUTTI…
 
 
 
estate3.gif image by Rachele64
 
 
 

IL SALOTTO DI SOGNO DI FACEBOOK? E'…
PSICHEESOGNO1RID.gif PSICHE E SOGNO picture by orsosognante

O’ SURDATO NNAMMURATO – 1915 – CLASSICISSIMA CANZONE NAPOLETANA…   2 comments

 
 
 
 
 
 
 
Sep27
 

 
 
O’ SURDATO NNAMMURATO
 

ATMOSFERE E NOTE… D’UN TEMPO…
a cura di Tony Kospan
 
 
 

 
 
Questa classicissima canzone napoletana…
è una vera e propria poesia d’amore
unita ad una musica straordinaria
ed è nata in occasione… tragicissima occasione…
della prima guerra mondiale…
 
 
 
 
 
 
Siamo nel 1915… la “grande” guerra
impegna tutta la nazione…
 
Immergiamoci allora  per un attimo
nell’atmosfera di quell’anno…
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Milano nel 1915
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ma veniamo a parlare di questa che è considerata
una delle più belle canzoni di tutti i tempi…
O’ SURDATO NNAMMURATO
 
 
 
 
 
 
 
 
La canzone non ha alcunché di guerresco…
 
E' un canto triste ma dolcissimo…
e soprattutto è un canto d’amore appassionato…
di un soldato al fronte verso la sua innamorata…
 
Il bello è che in realtà nessuno degli autori
Aniello Califano per il testo ed Enrico Cannio per la musica
indossò mai la divisa grigioverde…
 
 
 
 
 
 
 
 
Direi che ancor oggi non c’è alcun napoletano
che non conosca e non ami il magico ritornello…
e non la consideri un vero e proprio inno
al suo attaccamento ad al suo amore per la città…
(e per la squadra del Napoli).
 
 
Ma essa è altresì cantata ed amata in tutto il mondo
per la sua bellezza poetica e la sua dolcezza musicale…
 
 
 
 
 
 
 
 
Ma ora ascoltiamola, dapprima cantata da Massimo Ranieri,
in questo encomiabile sito che ci consente anche di leggere
il testo sia in originale che in italiano…
 
 
 
 
Nota

 
 
 
E poi se ci va, cantata dalla mitica Anna Magnani
 nel film La Sciantosa…
 
 
 
 
 
 
 
 
Barre-papillons
 
 
 
Buon ascolto, se vi fa piacere.
 
Ciao da Tony Kospan
 
 
 

stars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuar

LA TUA PAGINA DI SOGNO DI FACEBOOK

Psiche7J.jpg PSICHE E SOGNO picture by orsosognante
 
 

PER AMARTI – JIMENEZ – FELICE DOMENICA IN POESIA E…   5 comments

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
La gelosia ha da entrar nell’amore,
come nelle vivande la noce moscata.
Ci ha da essere, ma non si ha da sentire.
Francesco Algarotti
 
 
 
 
 
 
PER AMARTI

~ Juan Ramòn Jiménez ~

 

Per amarti, ho ceduto
il mio cuore al destino.

Non potrai più liberarti
– non potrò più liberarmi! –
dal destino dell’amore!

Non lo penso, non lo senti;
io e tu siamo tu ed io,
come il mare e come il cielo
sono cielo e mare, senza amore.

Come la brezza, mi ricordi
il vento;
come il ruscello, mi ricordi
il mare;
come la vita, mi ricordi
il cielo;
come la morte, mi ricordi
la terra.

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

cid_000801c721df6c42cfd00c01a8c0cla.gif picture by wassia100

a tutti dall’Orso…

 

 

 

QUANDO TU SARAI VECCHIA – YEATS – ANALISI STORIA E VIDEO DI UNA POESIA SUBLIME   3 comments

 
 
 
Questa poesia che ci riporta all’amore che va oltre il tempo…
è stata amata da molti tra cui Montale
ed è tuttora amatissima in tutto il mondo…
per le profonde intebse emozioni che trasmette…
se ci si immedesima nella sua atmosfera…
 

 
 
 
 
 
QUANDO TU SARAI VECCHIA – YEATS – POESIA SUBLIME
a cura di Tony Kospan
 
 
E’ considerata un vero capolavoro
ed il titolo originale è
WEN YOU ARE OLD
 
 
Stavolta preferisco che la leggiate
e che ne gustiate in pieno le emozioni che dà
prima di approfondirne diversi aspetti.
 
 
 
 
 
 
 
QUANDO TU SARAI VECCHIA
William Butler Yeats
 
 
Quando tu sarai vecchia e grigia,
col capo tentennante
ed accanto al fuoco starai assonnata,
prenderai questo libro.
E lentamente lo leggerai, ricorderai sognando
dello sguardo che i tuoi occhi ebbero allora,
delle loro profonde ombre.
Di quanti amarono la grazia felice
di quei tuoi momenti
e, d’amore falso o a volte sincero,
amarono la tua bellezza.
Ma uno solo di te amò l’anima irrequieta,
uno solo allora amò le pene del volto tuo che muta.
E tu, chinandoti verso le braci, sarai un poco triste,
in un mormorio d’Amore dirai,
di come se ne volò via…
passò volando oltre il confine di questi alti monti
e per sempre poi il suo volto nascose
in una folla di stelle.
 
 
 
 
 
 
 
 
E’ chiaro che Yeats con questa poesia ha il coraggio
di guardare all’amore… in un modo inusuale,
dato che immagina il tempo in cui la persona amata
vivrà ormai gli ultimi anni…
 
 
 
 
 
 
LA STORIA DI QUESTA POESIA
 
 
 
Wiiliam Butler Yeats
(Dublino, 13 giugno 1865 – Roquebrune-Cap-Martin, 28 gennaio 1939)
 
 
 
 
La poesia del poeta anglo-irlandese
è stata scritta per l’attrice Maud Gonne,
amata per la tutta la vita,
che però non corrispose mai al suo amore,
e mostra la grande capacità di amare del poeta,
pur nel dolore per la consapevolezza 
di non esser ricambiato dalla donna.
 
 
 
 
Maud Gonne
 
 
 
 
 
 
L’ANALISI DELLA POESIA
 
 
Yeats si rivolge alla donna amata prefigurandola
nei giorni in cui predomineranno le difficoltà fisiche
e cioè nella vecchiaia.
 

La vede seduta accanto al fuoco
in una sorta di leggera sonnolenza
e spera che prenda un libro…
proprio il libro
in cui ci sono le poesie che lui stesso le ha dedicato.
 
 
Che lo legga lentamente
riandando con il pensiero ai suoi passati amori…
alcuni sinceri ed altri meno…
riscoprendo in lui
l’unico che l’amò davvero nella sua vera essenza…,
adorandone lo spirito irrequieto
e non solo la sua bellezza.
 
 
 
 
Yeats and Maud Gonne by Anne Marie ODriscoll
 
 
 
L’ultima parte ci riporta alla dolce atmosfera iniziale
e qui il poeta sogna che Lei nel riveder, triste,
le immagini degli amori passati,
che nulla le hanno lasciato,
tra le stelle ritrovi nascosto il volto del poeta che l’ha amata
al di sopra ed al di là di ogni cosa…
 
 
Ovviamente questa è solo la mia interpretazione
e sono curioso di leggere la vostra.
 
 
 
 
 
INFINE LA POESIA IN…  VIDEO
 
 
In questo video la poesia è cantata da Branduardi…
che ci dona ulteriori emozioni…
e forse anche un pò di… commozione…
 
 
 
 
 
 
 
 
Ciao da Tony Kospan

 

 

 

 

coração azulcoração azulcoração azulcoração azul

POESIE?
INSIEME ED IN AMICIZIA?
FANTMONDOPOESIA.jpg picture by orsotony21
 
 

Pubblicato 30 luglio 2011 da tonykospan21 in POESIE SUBLIMI

NON SOLO IL FUOCO – NERUDA – FELICE SABATO POMERIGGIO DALL’ORSO DI… RITORNO…   Leave a comment

 

 

 

 

 

 

 

 

L'amore è il fiume della vita del mondo
Henry Ward Beecher

 
 

 
 
NON SOLO IL FUOCO

~ Pablo Neruda ~

Ahi, sì, ricordo,
ahi, i tuoi occhi chiusi
come pieni dentro di luce nera,
tutto il tuo corpo come una mano aperta,
come un grappolo bianco della luna,
e l'estasi,
quando un fulmine ci uccide,
quando un pugnale ci ferisce nelle radici
e una luce ci spezza la chioma,
e quando
di nuovo
torniamo alla vita,
come uscissimo dall'oceano,
come tornassimo feriti
dal naufragio
tra le pietre e l'alghe rosse.

Ahi, vita mia,
non solo il fuoco tra noi arde,
ma tutta la vita,
la semplice storia,
l'amore semplice
di una donna e d'un uomo
uguali a tutti gli altri.

 

 

 

Sep27

 

dall'Orso di… ritorno…

 

 

IL PICCOLO PRESTITO – RACCONTO O VERITA’ E’ UNA STORIELLA CARINA…   2 comments

 
 
Questo articolo pare sia stato tratto
da una seria agenzia di notizie da Washington…
ma sembra una barzelletta…
 
 
Comunque sia… eccola…
 
 
 
 
 
 
 
 
Un italiano entra in una banca di New York e chiede di parlare con un impiegato addetto ai prestiti. Dice all’impiegato che deve recarsi in Italia per due settimane e che ha bisogno di un prestito di 5000 dollari.

Il funzionario gli dice che la banca richiede alcune forme di garanzia per concedere un prestito. Così l’italiano tira fuori le chiavi di una nuova Ferrari. La macchina parcheggiata in strada di fronte alla banca.

L’italiano consegna anche il libretto di circolazione e i documenti dell’assicurazione.

Tutto è in perfetta regola.

 

 

Il funzionario accetta di ricevere l’auto come garanzia collaterale del prestito.

Il presidente della banca e i suoi funzionari si fanno quattro risate alle spalle di un italiano che utilizza una Ferrari da 250 mila dollari come garanzia di un prestito di 5mila dollari.

Un impiegato della banca si mette alla guida della Ferrari e la parcheggia nel garage sotterraneo della banca.

Due settimane piu tardi l’italiano ritorna,restituisce i 5000 dollari e paga gli interessi per il prestito pari a 15 dollari e 41 centesimi.

Il solito funzionario gli chiede:
“Gentile Signore, siamo veramente lieti per averla avuta come cliente e questa operazione andata molto bene.
Però, ci deve scusare: siamo un po’ confusi. Abbiamo assunto qualche informazione sul suo conto e ci siamo resi conto che lei è un multimilionario in dollari.
Quello che ci chiediamo è perchè lei si sia dato la pena di chiedere un prestito per 5000 dollari.”

L’italiano risponde:
“Secondo lei dove potevo trovare a New York un posto in cui parcheggiare per due settimane la mia Ferrari per 15 dollari e 41 centesimi e sperare di ritrovarla al mio ritorno?”

 

 

 
 
Dal web
 
Ciaooooooooooooooooooo
 
Orso Tony
 
 
 
IL TUO SALOTTO DI SOGNO SU FB?
samp5873205a0f06c928.jpg PSICHE E SOGNO picture by orsosognante
 
 
 

L’ESTATE IN POESIA… MUSICA… E NON SOLO (2011)   3 comments

 
 
Gif 14Gif 14Gif 14Gif 14Gif 14
 
 
L'ESTATE IN POESIA E… NON SOLO (2011)
a cura di Tony Kospan
 
Care amiche ed amici, amanti come me della poesia,
il tema passa, stavolta, alla stagione che stiamo vivendo…
 
Certo ne abbiamo parlato anche qualche mese fa…
ma allora come attesa…
ora che la stiamo vivendo parleremo proprio di lei…
dell' estate.
 
 
 
 
 
Quest'anno, a dire il vero, finora è stata un'estate frescolina e… bagnatina…,
ma resta tuttavia la stagione del mare… delle vacanze… del fulgore della natura
nonché la stagione meta… traguardo… delle nostre speranze… dei nostri sogni…
del nostro bisogno di staccare la spina… dopo un anno di impegni…
 
 
 
 
 
 
Tra le poesie prescelte, diverse da quelle degli altri anni,
segnalo quella struggente dell'ottocentesco poeta-scrittore scozzese
Robert Louis Stevenson spesso a letto ammalato
e quella di Neruda che pur non direttamente  dedicata all'estate
è tuttavia piena di umori e… calori… estivi…
 
 
 

A. Moore

 

E' con esse quindi che vi auguro una bellissima… domenica…
e come sempre sarà bello leggere le poesie vostre
o di altri autori che amate… qui o nel…

Fantastico Mondo della Poesia

 

 

 
 
ESTATE CHIARA E ARDENTE
N. Aseev

Delle quattro stagioni dell'anno
l'estate è la più chiara e la più
ardente,fa maturare i frutti
e sparge risa e luce.
Com'è bello,discendendo al fiume,
fermarsi sopra l'acqua,
per ascoltare in lontananza il cuculo
per vedere la giovane luna.
 
 
 
 
A LETTO D'ESTATE

Robert Louis Stevenson
D'inverno mi alzo e il buio mi raggela,
mi vesto al lume giallo di candela.
D'estate invece l'esatto contrario
vado a letto di giorno, strano orario.
Mi tocca mettermi a letto e osservare
gli uccelli ancora sui rami a saltellare,
mentre giù nella strada odo rumori:
passi di grandi, sono ancora fuori.
E non vi sembra un destino amaro,
quando il cielo è ancora azzurro e chiaro
e io vorrei divertirmi lì intorno
andare a letto, quando è ancora giorno?
 

 
 
L'ESTATE SUI CAMPI
Alfonso Gatto
 
Splende a distesa il giorno
rosato alla pianura,
la tremula calura
richiama a lungo intorno
dall’alto il visibilio
dei passeri nel sole.
…Il grano trema e nere
si schiudono farfalle
all’afa azzurra; d’oro,
riversa a quel ristoro
di luce, nelle gialle
stoppie bisbiglia l’aria…
…Così morbido e solo
scorre sul fiume il verde
silenzio che alle valli
odoroso si perde.
Restano i campi gialli,
monotona campagna
dei grilli e della sera…
 
 

 

 

NOTTE D'ESTATE

F. Garcia Lorca

L'acqua della fonte
suona il suo tamburo
d'argento.
Gli alberi
tèssono il vento
e i fiori lo tingono
di profumo.
Una ragnatela
immensa
fa della luna
una stella.

 

 


La Dauce Vie - Fressinier

 

BIMBA BRUNA E FLESSUOSA
Pablo Neruda

 

Bimba bruna e flessuosa, il sole che fa la frutta,
quello che riempie il grano, quello che piega le alghe,
ha fatto il tuo corpo allegro, i tuoi occhi luminosi
e la tua bocca che ha il sorriso dell'acqua.

Un sole nero e ansioso si attorciglia alle matasse
della tua nera chioma, quando allunghi le braccia.
Tu giochi con il sole come un ruscello
e lui ti lascia negli occhi due piccoli stagni scuri.

Bimba bruna e flessuosa, nulla mi avvicina a te.
Tutto da te mi allontana, come dal mezzogiorno …
Sei la delirante gioventù dell'ape,
l'ebbrezza dell'onda, la forza della spiga.

Eppure il mio corpo cupo ti cerca,
e amo il tuo corpo allegro, la tua voce disinvolta e sottile.
Farfalla bruna dolce e definitiva
come il campo di grano e il sole, il papavero e l'acqua

 
 

 
 
Felice Estate a tutti… da…

Orso Tony
 
 
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic
POESIE?
UN MODO DIVERSO DI VIVERLE
 

L’ESTATE IN POESIA E… NON SOLO (2011)   Leave a comment

 
 
Gif 14Gif 14Gif 14Gif 14Gif 14
 
 
L'ESTATE IN POESIA E… NON SOLO (2011)
a cura di Tony Kospan
 
Care amiche ed amici, amanti come me della poesia,
il tema passa, stavolta, alla stagione che stiamo vivendo…
 
Certo ne abbiamo parlato anche qualche mese fa…
ma allora come attesa…
ora che la stiamo vivendo parleremo proprio di lei…
dell' estate.
 
 
 
 
 
Quest'anno, a dire il vero, finora è stata un'estate frescolina e… bagnatina…,
ma resta tuttavia la stagione del mare… delle vacanze… del fulgore della natura
nonché la stagione meta… traguardo… delle nostre speranze… dei nostri sogni…
del nostro bisogno di staccare la spina… dopo un anno di impegni…
 
 
 
 
 
 
Tra le poesie prescelte, diverse da quelle degli altri anni,
segnalo quella struggente dell'ottocentesco poeta-scrittore scozzese
Robert Louis Stevenson spesso a letto ammalato
e quella di Neruda che pur non direttamente  dedicata all'estate
è tuttavia piena di umori e… calori… estivi…
 
 
 

A. Moore

 

E' con esse quindi che vi auguro una bellissima… domenica…
e come sempre sarà bello leggere le poesie vostre
o di altri autori che amate… qui o nel…

Fantastico Mondo della Poesia

 

 

 
 
ESTATE CHIARA E ARDENTE
N. Aseev

Delle quattro stagioni dell'anno
l'estate è la più chiara e la più
ardente,fa maturare i frutti
e sparge risa e luce.
Com'è bello,discendendo al fiume,
fermarsi sopra l'acqua,
per ascoltare in lontananza il cuculo
per vedere la giovane luna.
 
 
 
 
A LETTO D'ESTATE

Robert Louis Stevenson
D'inverno mi alzo e il buio mi raggela,
mi vesto al lume giallo di candela.
D'estate invece l'esatto contrario
vado a letto di giorno, strano orario.
Mi tocca mettermi a letto e osservare
gli uccelli ancora sui rami a saltellare,
mentre giù nella strada odo rumori:
passi di grandi, sono ancora fuori.
E non vi sembra un destino amaro,
quando il cielo è ancora azzurro e chiaro
e io vorrei divertirmi lì intorno
andare a letto, quando è ancora giorno?
 

 
 
L'ESTATE SUI CAMPI
Alfonso Gatto
 
Splende a distesa il giorno
rosato alla pianura,
la tremula calura
richiama a lungo intorno
dall’alto il visibilio
dei passeri nel sole.
…Il grano trema e nere
si schiudono farfalle
all’afa azzurra; d’oro,
riversa a quel ristoro
di luce, nelle gialle
stoppie bisbiglia l’aria…
…Così morbido e solo
scorre sul fiume il verde
silenzio che alle valli
odoroso si perde.
Restano i campi gialli,
monotona campagna
dei grilli e della sera…
 
 

 

 

NOTTE D'ESTATE

F. Garcia Lorca

L'acqua della fonte
suona il suo tamburo
d'argento.
Gli alberi
tèssono il vento
e i fiori lo tingono
di profumo.
Una ragnatela
immensa
fa della luna
una stella.

 

 


La Dauce Vie - Fressinier

 

BIMBA BRUNA E FLESSUOSA
Pablo Neruda

 

Bimba bruna e flessuosa, il sole che fa la frutta,
quello che riempie il grano, quello che piega le alghe,
ha fatto il tuo corpo allegro, i tuoi occhi luminosi
e la tua bocca che ha il sorriso dell'acqua.

Un sole nero e ansioso si attorciglia alle matasse
della tua nera chioma, quando allunghi le braccia.
Tu giochi con il sole come un ruscello
e lui ti lascia negli occhi due piccoli stagni scuri.

Bimba bruna e flessuosa, nulla mi avvicina a te.
Tutto da te mi allontana, come dal mezzogiorno …
Sei la delirante gioventù dell'ape,
l'ebbrezza dell'onda, la forza della spiga.

Eppure il mio corpo cupo ti cerca,
e amo il tuo corpo allegro, la tua voce disinvolta e sottile.
Farfalla bruna dolce e definitiva
come il campo di grano e il sole, il papavero e l'acqua

 
 

 
 
Felice Estate a tutti… da…

Orso Tony

 
 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: