Archivio per 29 ottobre 2010

CANTO – HAUGE – MINIPOESIA DELLA NOTTE   2 comments

 
CANTO
Olav H. Hauge

Canto
cammina adagio sul mio cuore,
cammina adagio
come erica sull’acquitrino,
come uccello su ghiaccio vecchio d’una notte.
Se spezzi la crosta del dolore
annegherai,
canto.
 
 
 
 
 
 
BY TONY KOSPAN
 
 
   
IL SALOTTO CULTURALE DI FCB?
 
samp5873205a0f06c928.jpg PSICHE E SOGNO picture by orsosognante
 
TI ASPETTIAMO 
T.K.

Pubblicato 29 ottobre 2010 da tonykospan21 in BUONANOTTE IN MINIPOESIA, Senza categoria

IL TUO FRUTTO PREFERITO PARLA DI TE – IL TEST DEL WEEK END   1 comment

 

 
 IL TUO FRUTTO PREFERITO PARLA DI TE
– IL TEST DEL WEEK END –
 

 

UN TEST… VELOCISSIMO

 

QUAL E’ IL TUO FRUTTO PREFERITO?

 

 

Non soltanto la frutta fa bene, ma quella che preferisci
rivela anche qualcosa della tua personalità…

E allora, prova con questo velocissimo test!

E… se ti va racconta…

 

 

 

Quale frutto preferisci tra quelli che seguono?

Clicca qui giù sulla risposta scelta e poi vai a leggere…

cosa dice il tuo frutto: 

 

 
 
Ciao dall’Orso…
 

TONY KOSPAN

 

 
IL SALOTTO CULTURALE DI FCB?
 
samp5873205a0f06c928.jpg PSICHE E SOGNO picture by orsosognante

Pubblicato 29 ottobre 2010 da tonykospan21 in Senza categoria, TEST E GIOCHI

LA TAZZA DI TE’ – RACCONTINO ZEN   3 comments

 

LA TAZZA DI TE’

 

    Nota

 

 

Un filosofo si recò un giorno da un maestro Zen e gli dichiarò:

“Sono venuto a informarmi sullo Zen, su quali siano i suoi principi ed i suoi scopi”.

“Posso offrirti una tazza di tè?” gli domandò il maestro.

E incominciò a versare il tè da una teiera.

Quando la tazza fu colma, il maestro continuò a versare il liquido, che traboccò.

“Ma che cosa fai?” sbottò il filosofo. “Non vedi che la tazza è piena?”

“Come questa tazza” disse il maestro “anche la tua mente è troppo piena di opinioni e di congetture perché le si possa versare dentro qualcos’altro..

Come posso spiegarti lo Zen, se prima non vuoti la tua tazza?”

 

 

La mente non può che fare riferimento al passato ed a quanto le è noto. Tutto ciò che riceve, lo interpreta alla luce delle precedenti esperienze ed opinioni. In tal modo, però, impedisce un approccio diretto e fresco verso la realtà.
Se non liberiamo la mente, non c’è modo quindi, di apprendere nulla di veramente nuovo.
 

 

DAL WEB – IMPAGINAZ. T.K.

TONY KOSPAN

 

 
IL SALOTTO CULTURALE DI FCB?
 
samp5873205a0f06c928.jpg PSICHE E SOGNO picture by orsosognante

Pubblicato 29 ottobre 2010 da tonykospan21 in RIFLESSIONI AFORISMI FILOSOFIE, Senza categoria

OFFENBACH…DEGAS… E LE BALLERINE DEL CAN CAN…   1 comment

 

 CAN CAN E… LE BALLERINE

OFFENBACH E DEGAS – CLASSICA ED ARTE

 

 
 
TUFFIAMOCI UN PO’ NELLE ATMOSFERE
MUSICALI ED ARTISTICHE…
DELLA BELLE EPOQUE…
 
 
 
Le Moulin Rouge – La salle en 1898

 
 
CON DEGAS ED OFFENBACH
 
 
 
  
     DEGAS         OFFENBACH
 
 
 
IL FAMOSISSIMO ALLEGRO CAN CAN…
VERA COLONNA SONORA DELLA BELLE EPOQUE…
E LE STUPENDE TELE DI DEGAS DEDICATE ALLE BALLERINE
 
 
 
 
 
 

 
2 DIPINTI ACCOSTATI A 
2 VERSIONI DEL MITICO BALLO…

 

 
   
 
Degas – Ballerine in blu  
 
e
 
 
     
Degas – Ballerine
 
 
 
Infine un video dedicato al  Can Can
 
 
 
 

 
 
 
Buon ascolto… e buona visione
da Orso Tony…
 
 

 
IL SALOTTO CULTURALE DI FCB?
 
 
samp5873205a0f06c928.jpg PSICHE E SOGNO picture by orsosognante

Pubblicato 29 ottobre 2010 da tonykospan21 in ARTE MUSICA E..., Senza categoria

BARCHE DI CARTA – UNA POESIA CHE… NAVIGA NEL …SOGNO   Leave a comment

BARCHE DI CARTA
della serie
GRANDI POESIE SUL SOGNO…
 
 
 
ecco una poesia che ho conosciuto
grazie ad un’amica di Psiche…
 
BARCHE DI CARTA
di Tagore…
 
 
 
 
 
 
E’ a mio parere una poesia che…
letteralmente “naviga” proprio nel sogno…
con una dolcezza ed un’intensità davvero uniche…
 
 
Per me è davvero una poesia affascinante
ed un vero e proprio inno… al Sogno…
che come saprete… anche dal titolo del mio blog…
è per me un amico fedele…
e capace, col suo aiuto, di far superare i momenti difficili…
che comunque nella vita di tutti ahimé non mancano…
come non sono mancati eccome…
e davvero tragicissimi…
nela vita di Tagore…
 
 
Nota (musica new age)
 
BARCHE DI CARTA
Tagore
 
Ogni giorno faccio galleggiare
le mie barche di carta a una a una
giù per la corrente del fiume.
Su di esse scrivo il mio nome
e il nome del villaggio dove vivo
in grandi lettere nere.
Io spero che un giorno qualcuno
in qualche paese straniero
le trovi, e sappia chi sono.
Carico le mie barchette con fiori
di shiuli, colti dal nostro giardino,
e spero che quei fiori del mattino
sian portati nel paese della notte.
Io varo le mie barchette di carta
e osservo nel cielo le nuvolette
che spiegano le loro bianche vele.
Non so quale mio compagno di giochi
su in cielo le mandi giù per l’aria
a gareggiare con le mie barchette!
Quando scende la notte affondo la faccia
nelle braccia, e comincio a sognare
che le mie barchette di carta
galleggiano sotto le stelle.
In esse viaggian le fate del sonno,
e il carico è cesti pieni di sogni.
 

 
 
 
Orso (Sognante) Tony
 
 
 Photobucket - Video and Image HostingPhotobucket - Video and Image HostingPhotobucket - Video and Image HostingPhotobucket - Video and Image HostingPhotobucket - Video and Image HostingPhotobucket - Video and Image Hosting
 
SE AMI LEGGER, SCRIVER O PARLAR… DI 
P O E S I E
VIENI NEL GRUPPO DI FACEBOOK… 
 
FANTMONDOPOESIA.jpg picture by orsotony21

 

Pubblicato 29 ottobre 2010 da tonykospan21 in POESIE SUBLIMI

LA LITTIZZETTO ED IL RISPARMIO ENERGETICO…   Leave a comment

 
 
 
LA LITTIZZETTO
ED IL RISPARMIO ENERGETICO…
 
 
 
 

 

Ma pensa un po’.
Il Monte Bianco è cresciuto di due metri. Beato lui.
Escludendo che sia un fatto ormonale, se no gli spuntavano anche le tette, come la mettiamo?
Dicono che sia un accumulo di ghiaccio.
Ma il pianeta non si stava surriscaldando?
Qui non si capisce più niente.
Neanche sulla temperatura della Terra riescono a mettersi d’accordo.
Però continuano a trifolarci l’anima co’ sta storia del risparmio dell’energia.
Noi facciamo di tutto: chiudiamo i rubinetti quando ci laviamo i denti e ci facciamo venire la schiuma alla bocca come i dobermann,
le lavatrici le facciamo di notte come i carbonari, mettiamo le lampadine a basso consumo, che quando le accendi,
per un quarto d’ora, ti sembra di stare in una stalla, e chiudiamo il frigo, quando ancora abbiamo mezza mano dentro,
a costo di tranciarcela via, per non lasciare il frigo aperto.
Però qualcuno mi deve spiegare, mi deve dare un motivo 1 del perchè, nelle città, si lasciano interi grattacieli di uffici tutti accesi per tutta
la notte, e nessuno dice nulla. 

Non c’è uno che fa un plissé.
Torrioni accesi a giorno. Luminarie da casinò di Las Vegas.
Con un computer ad ogni scrivania, acceso pure quello.

Ma che ci vuole a obbligare gli uffici a spegnere le luci?
 

 
E già che ci siamo, a installare le lampadine a basso consumo?
Ci avete fatto venire due lampadari di Murano così, con le “basso consumo”, e poi?
No, perché io posso anche leggere a letto solo alla luce del lampione di sotto per risparmiare energia, ma se poi mi sta completamente acceso il grattacielo di fronte mi sento lievemente presa per il culo.
E i frigoriferi dei supermercati? Ne vogliamo parlare? Che fa un freddo che neanche in Alaska?
Che se tu passi per il corridoio degli yogurt, ti devi mettere il passamontagna e le moffole e arrivi alla cassa coi baffi pieni di brina?
Non è spreco di energia anche quello? E’ il caso di tenere le mozzarelle alla temperatura degli igloo? Mi chiedo.
Che se compri un etto di burro, poi, per cucinare devi stirarlo, altrimenti ti tocca tagliarlo con la motosega?
 
 
 
 
Ci sono frigoriferi da banco lunghi sessanta metri.
All’altezza dei salami ti comincia a colare il naso, ai latticini hai la punta delle dita blu, davanti alla pasta per le pizze cominci ad avere
la broncopleurite, quando arrivi al latte fresco e yogurt hai tutti i sintomi del congelamento, e ti butti sul girarrosto coi polli che
sfrigolano, perché ti sembra di entrare in una baita al caldo.
Ma mettete una porta a ‘sti frigo. Che consumano un lago artificiale di corrente al giorno.
E i led luminosi che noi dobbiamo spegnere, pena la distruzione del pianeta?
Quegli occhietti rossi che ci guardano dalla sala?
Noi li spegniamo, sì sì.
Poi andiamo al “super” e ci sono 42 televisioni accese che trasmettono tutte lo stesso programma.
Questi non sono sprechi di energia, cari politici miei?
I casi sono due. O cercate di risolvere in qualche modo la questione o se no dite: il risparmio energetico era una delle solite nostre
cazzate, fate pure quel che volete, usate il laser per tagliare il salmone e lavatevi i denti nella vasca da bagno!
 

 

 

 

 
 
 Luciana Littizzetto

dal web – impagin. t.k.

PSICHE E SOGNO
 LA TUA PAGINA DI FACEBOOK
D'ARTE POESIA  MUSICA  CLASSICA E MODERNA
CINEMA RIFLESSIONI CURIOSITA'ETC
 

psicheesognodelfini8fd2.gif PSICHE E SOGNO picture by orsosognante

TI ASPETTIAMO
T.K.

Pubblicato 29 ottobre 2010 da tonykospan21 in PENSIERI E NOTIZIE SORRIDENTI, Senza categoria

OH VOCE OCCULTA – LORCA – FELICE WEEK END IN POESIA E MUSICA   Leave a comment

 

Ognuno di noi ha un paio di ali,
ma solo chi sogna impara a volare.
Jim Morrison

 

 

 

OH VOCE OCCULTA…

Garcia Lorca 
 
Oh voce occulta dell’amore oscuro!
oh belato senza lana, oh ferita,
camelia sfiorita, ago di fiele,
flusso senz’acqua, città senza mura!

Oh notte immensa di linea sicura,
monte celeste di protesa angoscia!
Cane nel cuore, oh voce inseguita!
Silenzio senza fine, iris maturo!

Voce ardente di gelo, via da me!
Non farmi perdere nella sterpaglia
dove gemono carne e cielo sterili.

Libera il duro avorio della testa,
pietà di me, spezza il mio dolore!
Perché sono natura, sono amore!

 

 

 

 

 

 
DA ORSO TONY
 

 

  

SE AMI LA POESIA RAGGIUNGICI

NEL GRUPPO DI POESIA

FANTMONDOPOESIA.jpg picture by orsotony21

UN DIVERSO MODO DI VIVERLA

TONY KOSPAN

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: