Archivio per 16 ottobre 2010

L’ETERNA CANZONE – BELLA POESIA FRANCESE SULLA 3° ETA’   9 comments

 
 
 
 
 
 
 
 
 
L’ETERNELLE CHANSON
di Rosémonde Gérard
L’ETERNA CANZONE
a cura di Tony Kospan 
 
 
 
Vi parlerò stavolta di una poesia inneggiante all’amore
nella terza e forse quarta età…
 
Noi crediamo d’aver scoperto oggi che l’amore non ha età…
e che anche gli anziani possono vivere nuovi amori
o continuare ad amare la persona della loro vita…
 
 
 
 
 
 
La smentita bella e dolcissima è in questa 
 lunghetta, ma romanticissima, poesia francese…
 quasi un affresco, un fantastico mixage
di ricordi… e di sogni d’amore…
 
Di essa non ho trovato alcuna versione in italiano…
per cui mi sono cimentato in una traduzione 
che potesse rendere nel modo migliore
lo spirito e la lettera dei versi…
 
 
 
 
 
 
 
 
L’ho trovata per caso in un sito francese
e mi ha colpito molto…
come penso che potrà colpire tutti coloro
che proprio ragazzini non sono…
ma che in fondo ragazzini dentro ancora sono… A bocca aperta
e però anche persone più giovani
se consapevoli che col tempo…
anch’essi raggiungeranno un’età avanzata… 
 
Chi non amerebbe, infatti, l’idea di vivere
una vecchiaia d’amore
così come ce la descrive Rosemonde? 
 
 
 
 
 
 
 
L’autrice della poesia è Rosemonde Gérard (1871-1953)
poetessa francese,
 
 
 
 
 
 
nonché moglie nientemeno che di Edmond Rostand,
 
 
 
 
 
 
il poeta e drammaturgo francese
notissimo soprattutto in quanto autore del
Cyrano de Bergerac.
 
 
 
 
 
 
Ma veniamo alla poesia la cui traduzione
mi ha davvero impegnato molto…
sperando che essa possa piacere a voi…
così come è piaciuta a me…
per la sua immensa dolcezza.
 
 
 
 
 
 
L’ETERNA CANZONE
Rosémonde Gérard
(traduzione dal francese di Tony Kospan)
 
Quando sarai vecchio e sarò vecchia anch’io
Quando i miei biondi capelli saranno bianchi
Nel mese di maggio, nel giardino… al sole,
Scalderemo le nostre vecchie membra tremolanti.
 
Così i nostri cuori ringiovaniranno… festanti…
E ci sentiremo allora… ancor giovani amanti,
Ed io ti sorriderò muovendo tutta la testa,
E saremo un’adorabile coppia di vecchietti.
 
Ci guarderemo, seduti sotto il pergolato,
Con occhietti teneri e brillanti.
Quando sarai vecchio e e sarò vecchia anch’io
Quando i miei capelli biondi saranno bianchi.
 
Sulla nostra solita panchina, tutta dipinta di verde
Su quella nostra panchina d’un tempo torneremo a chiacchierare;
Avremo una gioia tenera e dolce,
E termineremo spesso la frase con un bacio.
 
Quante volte ho potuto dire un tempo…”Ti amo”?
Allora con affetto ce lo racconteremo.
Ci ricorderemo di mille cose,
Anche di cose da nulla ma deliziose, e tra esse ci perderemo.
 
Un raggio, tutto rosa,  come una dolce carezza,
Tra i nostri capelli bianchi scenderà, e vi si adagerà,
Quando, sulla nostra vecchia panchina dipinta di verde,
Su quella panchina d’una volta torneremo a chiacchierare.
 
E come ogni giorno t’amo di più
oggi più di ieri e meno di domani.
Che importanza avranno le rughe del viso?
Il mio amore sarà più forte e più sereno.
 
Sogno che tutti i giorni dei ricordi si sommino…
I miei ricordi  saranno i tuoi ricordi…
Questi ricordi comuni ci uniranno sempre di più…
E senza fine stringeremo nuovi legami tra noi.
 
E’ vero saremo vecchi, molto vecchi, deboli per l’età…
Ma più forte ogni giorno stringerò la tua mano
Perché, vedi, ogni giorno t’amo di più
Oggi più di ieri e meno di domani!
 
Di questo caro amore vissuto come un sogno
Voglio conservare tutto nel profondo del mio cuore,
E trattenere, se si può, anche la più fugace emozione,
Per riassaporarla poi con più calma.
 
Io raccolgo tutto quel che vien da lui, come fa un avaro,
Conservandolo con passione per i giorni più lontani.
Io sarò ricca allora d’una ricchezza rara,
Perché avrò conservato tutto l’oro del mio giovane amore.
 
Cosi di questa felicità vissuta che va a finire
Il mio ricordo me ne restituirà poi la dolcezza;
E di questo caro amore che vivo come un sogno
Ho conservato tutto nel profondo del mio cuore.
 
Quando sarai vecchio e sarò vecchia anch’io,
Quando i miei biondi capelli saranno bianchi,
Nel mese di maggio, nel giardino… al sole,
Scalderemo le nostre vecchie membra tremolanti. 
 
Il rinnovar l’amor metterà i nostri cuori in festa…
E crederemo di rivivere i giorni felici del passato,
Ed  io ti sorriderò muovendo tutta la testa,
E tu mi mi parlerai d’amor con voce tremula.
 
Ci guarderemo, seduti sotto il pergolato,
Con occhietti lucidi e brillanti.
Quando sarai vecchio e sarò vecchia anch’io,
Quando i miei capelli biondi capelli saranno bianchi!
 
 
 
 
128x118128x118128x118
 
 
 
CIAO DA TONY KOSPAN
 
 
libro.gif Libro image by Arkanis74libro.gif Libro image by Arkanis74libro.gif Libro image by Arkanis74libro.gif Libro image by Arkanis74libro.gif Libro image by Arkanis74    
 

SE AMI LEGGERE SCRIVERE O DISCUTER DI POESIE…
RAGGIUNGICI NEL GRUPPO DI FACEBOOK… 
 
  
 
 
 TONY KOSPAN
 
 

Pubblicato 16 ottobre 2010 da tonykospan21 in POESIE SUBLIMI, Senza categoria

LA LONTANANZA IN AMORE – POESIE E NON SOLO   9 comments

 
 
 
LA LONTANANZA IN AMORE

– POESIE E NON SOLO –

a cura di Tony Kospan

 

 

La lontananza in amore ha diverse origini e modalità…

A volte, come spesso succede negli incontri che avvengono durante delle vacanze, esiste ancor prima ci si conosca…ma non si immagina se e quanto possa poi rivelarsi importante…
 
 

 
Più spesso però accade tra persone che si amano e che solo per necessità… malattia… lavoro… convenienze sociali… etc… debbono staccarsi… ed allora il trauma… il dolore… la nostalgia e perfino la disperazione… la fanno da padrone dunque non sempre vale il noto detto “Lontano dagli occhi lontano dal cuore”.
 
Certo il tempo e la lontananza poi svolgeranno il loro compito che è quello, come dice Modugno…, di spegnere i piccoli fuochi e vieppiù accendere quelli grandi…
 
 

 
Infine la lontananza può esser anche anche solo di tipo psicologico… ma non è di questa che i poeti in genere si occupano…
Veniamo dunque alle poesie che sul tema non mancano… (così come le canzoni).
Quelle che seguono sono quelle che ho prescelto stavolta e… quali sono quelle che piacciono a voi?
 

 

 

LA LONTANANZA DA LEI
~ Ariodante Marianni ~
 
La lontananza da lei
non si misura in chilometri,
in ore di macchina, di treno…
è in crampi allo stomaco,
in fitte al cuore,
giornali letti, bicchieri bevuti.
La lontananza è questa
saliva amara,
notturna insonnia,
meridiana sonnolenza
(eppure il nostro è un amore felice)
 
 
 
NON POSSO RAGGIUNGERTI
~ Nadina Spaggiari Ascari ~
 
Non posso raggiungerti,
ho ascoltato il silenzio, ma non ci sei,
ti ho chiamato nei canali aperti al tormento e non ci sei,
ti ho cercato nell'acqua,
nel vento che frusta il prato senza un briciolo di ragione,
ma non ci sei,
non rispondi nemmeno al mio grido verso il tramonto,
che spegne la luce negl'occhi e privo di compassione
porta la notte nel cuore, così, lasciandomi senza di te,
perché tu non rispondi, tu non ci sei.
Ti ho cercato nella luce del cuore e si è schiuso un sussurro,
come un piccolo abbraccio,
un soffio d'angelo, un bisbigliare sommesso,
che diventa presto uragano e mi catapulta sul mio desiderio
e mi dice che devo lasciarmi guidare, fuori da te.
Anima mia,
non posso più scorrerti dentro,
mischiarmi al tuo sangue così. Morirei.
E non è follia è soltanto la febbre che sale, è l'amore,
il mio amore per te.
Devo andarmene da questo delirio,
chiudere il pensiero, dimenticarmi di te.
 
 

 
 
SENZA DI TE
~ John Keats ~
 
Non posso esistere senza di te.
Mi dimentico di tutto tranne che di rivederti:
la mia vita sembra che si arresti lì,
non vedo più avanti.
Mi hai assorbito.
In questo momento ho la sensazione
come di dissolvermi:
sarei estremamente triste
senza la speranza di rivederti presto.
Avrei paura a staccarmi da te.
Mi hai rapito via l'anima con un potere
cui non posso resistere;
eppure potei resistere finché non ti vidi;
e anche dopo averti veduta
mi sforzai spesso di ragionare
contro le ragioni del mio amore.
Ora non ne sono più capace.
Sarebbe una pena troppo grande.
Il mio amore è egoista.
Non posso respirare senza di te.
 
 
 
NEI PENSIERI
~ Erich Fried ~
 
Pensarti
e pensare a te
e pensare soltanto a te e
pensare a berti
e pensare ad amarti
e pensare a sperare
e sperare e sperare
e sperare sempre pi?
di rivederti sempre
Non vederti
e nei pensieri
non soltanto pensarti
ma già berti
e già amarti
E soltanto allora aprire gli occhi
e nei pensieri
soltanto allora vederti
e poi pensarti
e poi di nuovo amarti
e poi di nuovo berti
e poi
vederti sempre più bella
e poi vederti pensare
e pensare
che ti vedo
E vedere che posso pensarti
e sentirti
anche se
per tanto tempo ancora non potrò vederti.
 
 
 
 
POTESSERO LE MIE MANI SFOGLIARE
~ Garcia Lorca ~
 
Pronunzio il tuo nome
nelle notti scure,
quando sorgono gli astri
per bere dalla luna
e dormono le frasche
delle macchie occulte.
E mi sento vuoto
di musica e passione.
Orologio pazzo che suona
antiche ore morte.
Pronunzio il tuo nome
in questa notte scura,
e il tuo nome risuona
più lontano che mai.
Più lontano di tutte le stelle
e più dolente della dolce pioggia.
T’amerò come allora
qualche volta? Che colpa
ha mai questo mio cuore?
Se la nebbia svanisce,
quale nuova passione mi attende?
Sarà tranquilla e pura?
Potessero le mie mani
sfogliare la luna!
libro.gif Libro image by Arkanis74libro.gif Libro image by Arkanis74libro.gif Libro image by Arkanis74libro.gif Libro image by Arkanis74libro.gif Libro image by Arkanis74    
 

SE AMI LEGGERE SCRIVERE O DISCUTER DI POESIE…
RAGGIUNGICI NEL GRUPPO DI FACEBOOK… 
  
 
 
FELICE… POETICA… DOMENICA…PER TUTTI…
DA TONY KOSPAN
 

FELICE SABATO IN POESIA (GOETHE) E MUSICA   Leave a comment

 
 
 
 
 
A volte l’uomo inciampa nella verità,
ma nella maggior parte dei casi,
si rialza e continua per la sua strada
(W.Churchill)
 
 
 
 
 

Donnaconrosablu.gif image by Pietro121

 

CERTO, ME NE SAREI ANDATO
J. V. Goethe
 

Certo, me ne sarei andato già lontano,
lontano fin dove s’apre il mondo,
se non mi sovrastassero stelle prepotenti
che hanno legato il mio destino al tuo,
così che solo in te mi riconosco.
Poesia, ambizione, speranza e desiderio,
tutto urge verso te e il tuo essere,
la mia vita solo alla tua si regge.

 

 

 

image image image 

 

 

par Ours Antoine

 

 
 
 
IL SALOTTO DI SOGNO DI FACEBOOK? E'…
 
PSICHE E SOGNO 
 
  PSICHEESOGNO1RID.gif PSICHE E SOGNO picture by orsosognante 
 
IL TUO SPAZIO VIRTUALE D'ARTE POESIA MUSICA ETC
TONY KOSPAN
 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: