Archivio per 30 luglio 2010

FELICE WEEK IN POESIA ARTE AFORISMA E… CANZONE   Leave a comment

 
 
 
 
George Elgar Hicks – In riva al mare
 
 
 
 
 
 
 
 

Il linguaggio dell'amore è un linguaggio segreto
e la sua espressione più alta è un abbraccio silenzioso.
Roberto Musil

 
 
 
 
Nota
George Elgar Hicks – Signora in attesa
 
 
 
 
 
LA MIA ANIMA ERA UN ABITO AZZURRO
Edith Irene Sodergran

 
La mia anima era un abito azzurro colore del cielo;
l’ho lasciato su uno scoglio, sul mare
e sono venuta da te, e somigliavo a una donna.
E come una donna mi sono seduta alla tua tavola
e ho bevuto una coppa di vino, e respirato il profumo delle rose.
Hai detto che ero bella, che somigliavo
a qualcosa che avevi visto in sogno.
Ho dimenticato tutto, la mia infanzia e la mia patria,
sapevo solo che le tue lusinghe mi tenevano prigioniera.
E tu, ridendo, hai preso uno specchio e mi hai detto di guardarmi.
Ho visto che le mie spalle erano fatte di stoffa
e si stavano sbriciolando,
ho visto che la mia bellezza era malata,
e che desiderava solo una cosa: sparire.
Oh, tienimi stretta tra le tue braccia,
che io non abbia più bisogno
di niente.
 
 
 
 

George Elgar Hicks – Donna tra i fiori

 
 
 
 
 
 
 
 

 

da Orso Tony

 

 
 

 
 
 
 
IL GRUPPO DEGLI ARTISTI
E DEGLI AMICI DELL'ARTE
 
 
 

LA GELOSIA IN POESIA E NON SOLO… BY TONY KOSPAN   Leave a comment

 
 
 
 

 

 cid_0e9a01c88c7785aea0306600a8c0mal.gif star-color picture by indiaguerreiracid_0e9a01c88c7785aea0306600a8c0mal.gif star-color picture by indiaguerreiracid_0e9a01c88c7785aea0306600a8c0mal.gif star-color picture by indiaguerreiracid_0e9a01c88c7785aea0306600a8c0mal.gif star-color picture by indiaguerreiracid_0e9a01c88c7785aea0306600a8c0mal.gif star-color picture by indiaguerreira

LA GELOSIA IN POESIA E NON SOLO
a cura di Tony Kospan
 
 

 

Care amiche e cari amici il tema poetico di questa domenica è un moto dell’anima
che in estate, per ovvi motivi,  serpeggia a più non posso…
 
 
132x173132x173132x173132x173132x173132x173132x173132x173
 
 

samp2dcf878592a1c541.jpg picture by orsosognante 

  
Sdoganata dalla scienza, è ora chiaro che essa è un sentimento naturale, 
antico quanto l’amore… insieme al quale è nata…
ma è anche chiaro che se diventa eccessiva è una vera e propria pericolosa patologia.  
 
Alcuni psicologi la vituperano in modo assoluto in quanto nascerebbe dal desiderio
di possesso del partner… ma a parer mio questo non è il motivo fondamentale…
del suo manifestarsi.
 
Anche chi ama senza vincoli ha infatti un progetto di vita, breve o lungo,
in comune con l’amata/o
ed il tradimento spezzerebbe il sogno che si sta costruendo…
 
 
 
 
Dunque un pò di gelosia è perfino utile all’amore… in quanto una totale assenza
sarebbe segno di disinteresse…
 
La gelosia poi, come sappiamo,  nei suoi eccessi spesso diventa tragica
ma molto più spesso per fortuna è comica
in quanto basata solo su ombre e sospetti senza senso.
 
 
 
 
Penso che gelosi almeno una volta nella vita, tutti lo siamo stati,
certo non fino al punto di pugnalare Desdemona
ma…. lo siamo stati… e nei momenti di coinvolgimento più topici…
in ogni caso… non avevamo certo voglia di scherzare…
  
L’argomento è vastissimo e non ho alcuna pretesa d’averlo affrontato qui in modo esauriente
ma mi sono limitato ad accennare solo qualche suo aspetto.
 
Stranamente le poesie dedicate alla gelosia sono sì molte, ma, a mio parere, quelle belle… 
non sono poi moltissime… 
 
 
 
 
Dunque quelle da me prescelte in linea di massima…
vanno sul classico… e sul super classico…
tranne la prima che mi piace per la sua simpatica originalità…
 
Come sempre mi piacerebbe leggere quelle che, sul tema,
avete scritto voi o piacciono a voi.
 
 
 blo031.gif rosa%verde picture by RaiodeLuarblo031.gif rosa%verde picture by RaiodeLuarblo031.gif rosa%verde picture by RaiodeLuarblo031.gif rosa%verde picture by RaiodeLuar
 
 Nota

 

CONCORRENZA SLEALE DI PRIMA MATTINA A CATERINA
– Erich Fried –
Quando dissi
"facciamo l’amore"
dicesti no
spiegandomi
"Ho appena conosciuto in sogno
un uomo amabile
Era cieco
ed era un tedesco
Non è buffo?"
Ti augurai sogni d’oro
e scesi da basso
alla mia scrivania
ma geloso
come non mai.
 
 

 Nota
 
 
NON E’ IL TUO AMORE CHE DOMANDO
– Anna Andreevna Achmatova –
 
Non è il tuo amore che domando.
Si trova adesso in un luogo conveniente.
Stanne pur certo, lettere gelose
non scriverò alla tua fidanzata.
Però accetta dei saggi consigli:
dalle da leggere i mie versi,
dalle da custodire i miei ritratti,
sono così cortesi i fidanzati!
E conta più per queste scioccherelle
assaporare a fondo una vittoria
che luminose parole di amicizia,
e il ricordo dei primi, dolci giorni…
Ma allorché con la diletta amica
avrai vissuto spiccioli di gioia
e all’anima già sazia d’improvviso
tutto parrà un peso,
non accostarti alla mia notte trionfale.
Non ti conosco.
E in cosa potrei esserti d’aiuto?
Dalla felicità io non guarisco.
 

 Nota

 
 
COME SON PESANTI I GIORNI
– Federico Garcia Lorca –
 
Come son pesanti i giorni,
A nessun fuoco posso riscaldarmi,
non mi ride ormai nessun sole,
tutto è vuoto,
tutto è freddo e senza pietà,
ed anche le care limpide stelle
mi guardano senza conforto,
da quando ho appreso nel mio cuore,
che anche l’amore può morire. 
 
 Nota
 
 
OTELLO
– W. Shakespeare –
 
Vi prego,
Quando narrerete questi
Tragici avvenimenti,
Parlate di me quale io sono;
Non attenuate nulla,
Non scrivete nulla per malizia.
Dovrete dire allora di uno che amò
Senza saggezza ma con troppo amore,
Di uno non facile alla gelosia,
Ma che istigato,
Giunse alla follia estrema
Di un uomo la cui mano,
Come farebbe un povero indiano,
Gettò via una perla più
Preziosa di tutti i suoi tesori.
 

 Nota

 
 
ODE ALLA GELOSIA
– Saffo –
 
Simile a un dio mi sembra quell’uomo
che siede davanti a te, e da vicino
ti ascolta mentre tu parli
con dolcezza
e con incanto sorridi. E questo
fa sobbalzare il mio cuore nel petto.
Se appena ti vedo, subito non posso
più parlare:
la lingua si spezza: un fuoco
leggero sotto la pelle mi corre:
nulla vedo con gli occhi e le orecchie
mi rombano:
un sudore freddo mi pervade: un tremore
tutta mi scuote: sono più verde
dell’erba; e poco lontana mi sento
dall’essere morta.
Ma tutto si può sopportare…
 
 
 
 
 
AMI LEGGER… SCRIVER… POESIE?
DISCUTERNE… ANALIZZARLE… INSIEME
ED IN AMICIZIA? 
 
VIENI ANCHE TU… NE… 
  
FANTMONDOPOESIA.jpg picture by orsotony21 
 
TONY KOSPAN
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: