Archivio per 18 giugno 2010

TU NON DORMI – JIMENEZ – MINI DELLA BUONANOTTE…   Leave a comment

 

 

TU NON DORMI
Juan Ramon  Jimenez

Tu non dormi. No. Io non dormo.
Stiamo parlando sotto le stelle.
Siamo qui, due rose meditabonde
nella pace della terra.

 

  
SE AMI LA POESIA IN TUTTE LE SUE FORME…
 VIENI ANCHE TU…
NEL GRUPPO DI FACEBOOK
FANTMONDOPOESIA.jpg picture by orsotony21 
TROVERAI UN MODO DIVERSO DI VIVERLA… 
ASPETTIAMO TE ED ANCHE… TUOI CONTRIBUTI…
POESIE E… NON SOLO… 
Ciao da Tony Kospan
 

Pubblicato 18 giugno 2010 da tonykospan21 in SALUTI VARI

ECCO IL GRUPPO DI DELFINI CHE HA IMPARATO A USARE LE SPUGNE…   Leave a comment

 

 

Solo una colonia al largo delle coste dell’Australia adopera l’utensile
I ricercatori: "E’ una tecnica che i piccoli imparano solo dalla madre"

 

Delfini inventori usano le spugne
per proteggere il muso dagli scogli

 

ROMA – Bisogna stare attenti a dove si ficca il naso, se poi è un po’ prominente come quello dei delfini, meglio proteggerlo quando si va a caccia di cibo tra gli scogli. E siccome la necessità aguzza l’ingegno, e di ingegno i delfini non difettano, ecco l’idea: un pezzo di spugna a mo’ di mascherina, che isola dalle punture di pesci e piante urticanti. Altro che delfini gelosi da pubblicità stucchevole, questi sono delfini geniali, che elaborano tecniche e le tramandano ai giovani.

 

Il gruppo di delfini con la mascherina protettiva è stato osservato dai ricercatori al largo delle coste dell’Australia Occidentale, a Shark Bay, e il resoconto dello studio è pubblicato sul giornale dell’Accademia nazionale delle scienze. Gli scienziati hanno sottolineato che le madri insegnano alla prole come raccattare le spugne e metterle sul muso, un comportamento mai visto prima in questa specie.

 


 

Mostra immagine a dimensione intera

Ciò che stupisce non è l’apprendimento, una capacità comune negli animali: gli uccelli imparano le tecniche per costruire il nido (sbagliando e rimettendoci in prima persona) i leoni vanno a scuola di caccia seguendo la madre. Il risultato è che tutti gli uccelli di una stessa specie fanno il nido nello stesso modo e tutti i leoni cacciano nello stesso modo. Invece questi delfini, e solo questi, hanno escogitato un espediente in più per rendersi meno problematica l’esistenza.
 
 
 
 
Michael Kruetzen, professore dell’Università di Zurigo e responsabile della ricerca, ha osservato con i colleghi australiani il comportamento di 13 delfini con le spugne e 172 senza, ne hanno dedotto che la tecnica sembra passare all’interno della famiglia, soprattutto da madre a figlio. "L’insegnamento richiede che chi impara osservi attentamente – sottolinea Kreutzen – i cuccioli sono svezzati solo dopo quattro anni, per cui hanno un sacco di tempo per osservare se la loro mamma utilizza le spugne oppure no".
 
 
DA REPUBBLICA.IT – IMPAGIN. T.K.
 
CIAO DA TONY KOSPAN

 

stars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuar 
 

 

IL… SALOTTO… DI FACEBOOK…
 
DOVE E’ POSSIBILE SCAMBIARSI PENSIERI ED EMOZIONI
D’ARTE POESIA MUSICA BUONUMORE RIFLESSIONI SCIENZE… ETC…
 TI ASPETTIAMO 
TONY KOSPAN
 
 

DINA FERRI – POETESSA SENESE – 80° ANNIV. MORTE   Leave a comment

 
 
 
DINA FERRI
 
 
28/9/1908 – 18/6/1930
 
 
POETESSA SENESE DALLA BREVE VITA 
FU AUTRICE DELLA RACCOLTA DI POESIE
IL QUADERNO DEL NULLA
 
LA SUA E’ UNA POETICA DI DISARMANTE SEMPLICITA’
CHE POTREMMO DEFINIRE PASTORALE…
 
 
 
 
RICORDIAMOLA, OGGI CHE CADE IL L’80° ANNIVERSARIO DELLA MORTE,
 CON QUESTE SUE POESIE
 
 
 
 
RICORDO

cadea la neve bianca,
c’era il vento roco.
Essa cuciva stanca
e crepitava il fuoco.
Di presso la fiamma
sedeva la
mamma
Cuciva, pensava…
La neve fioccava.
 
 
 
PACE
 
Udivo nel piccolo fosso
sommesso gracchiare di rane;
passava tra i rami di bosso
sussurro di preci lontane.

Rideva nel cielo profondo
pensosa la pallida luna;
veniva, da lungi, giocondo
un cantico lieve di cuna.

 

 

VORREI
 
Vorrei fuggire nella notte nera,
vorrei fuggire per ignota via,
per ascoltare il vento e la bufera,
per ricantare la canzone mia.

Vorrei mirare nella cupa volta
fise le stelle nella notte scura;
vorrei tremare ancora come una volta,
tremar vorrei, di freddo e di paura.

Vorrei passar l’incognito sentiero,
fuggir per valli, riposarmi a sera,
mentre ritorni, o giovinetto fiero,
chiamando i greggi, e piange la bufera
.

 

 


 
E CON QUESTO VIDEO…
CHE CI MOSTRA IL BELLISSIMO  SPETTACOLO
 IN OCCASIONE DEL CENTESIMO ANNVERSARIO DELLA SUA NASCITA…
 
 
 
 
 
 CIAO DA TONY KOSPAN
 
 
 

 
 
 
 
SE AMI LA POESIA IN TUTTE LE SUE FORME…
 VIENI ANCHE TU…
NEL GRUPPO DI FACEBOOK
FANTMONDOPOESIA.jpg picture by orsotony21 
TROVERAI UN MODO DIVERSO DI VIVERLA… 
ASPETTIAMO TE ED ANCHE… TUOI CONTRIBUTI…
POESIE E… NON SOLO… 
Ciao da Tony Kospan

 

Pubblicato 18 giugno 2010 da tonykospan21 in POESIE SUBLIMI

UNA TELEFONATA MITICA – ATTENZIONE – SI RISCHIA DI MORIRE DAL RIDERE   Leave a comment

 

 

 
Ecco un vero video.. cult… della massima comicità…
 
Una telefonata ricevuta in diretta da Paolo Bonolis…
 
Clikka qui giù… se vuoi morire… dalle risate…
 
 
  
 
 
 
 
E’ un video davvero da godere… fino in fondo…
 
 
Ciaooooooooo a tuttiiiiiiiiiii
 
Della serie…
dall’Orso per gli amici…
 
Orso Tony
 
 
stars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuar 
 

 

IL… SALOTTO… DI FACEBOOK…
 
DOVE E’ POSSIBILE SCAMBIARSI PENSIERI ED EMOZIONI
D’ARTE POESIA MUSICA BUONUMORE RIFLESSIONI STORIA… ETC…
 TI ASPETTIAMO 
TONY KOSPAN
 
 

Pubblicato 18 giugno 2010 da tonykospan21 in INTRATTENIM. UMORISMO

FELICE WEEK END IN POESIA E MUSICA…   Leave a comment

 

 

 
 
È meglio amare che essere amati.
Poichè se nessuno amasse,
nessuno potrebbe essere amato.
Forever
 

 

Nota
0103.gif image by recado

 

 

FARO’ DELLA MIA ANIMA…
~ Kahlil Gibran ~

Farò della mia anima uno scrigno
per la tua anima,
del mio cuore una dimora
per la tua bellezza,
del mio petto un sepolcro
per le tue pene.
Ti amerò come le praterie amano la primavera,
e vivrò in te la vita di un fiore
sotto i raggi del sole.
Canterò il tuo nome come la valle
canta l’eco delle campane;
ascolterò il linguaggio della tua anima
come la spiaggia ascolta
la storia delle onde.
 

 

 

 

   
 
SE AMI LA POESIA VIENI ANCHE TU…
NEL GRUPPO DI FACEBOOK  
FANTMONDOPOESIA.jpg picture by orsotony21  
TROVERAI UN MODO DIVERSO DI VIVERLA… 
ASPETTIAMO TE ED ANCHE… TUOI CONTRIBUTI…
POESIE E… NON SOLO…  
 Tony Kospan

Pubblicato 18 giugno 2010 da tonykospan21 in SALUTI VARI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: