Archivio per 20 Maggio 2010

GLI ARGENTI POMPEIANI – IL FASCINO DELL’ARGENTERIA D’ETA’ ROMANA   Leave a comment

 
 
 
 
GLI ARGENTI DI POMPEI
E… DINTORNI
 
 
 
Calathus con l’apoteosi di Omero

 
 
Il fascino discreto
delle argenterie d'età romana.
 
 

 
 
 
 
Non c’è luogo al mondo più adatto di Pompei e dell’area vesuviana per poter illustrare questa classe di preziosi:
si può contare che circa la metà del vasellame in argento di età romana scoperto negli ultimi secoli proviene da qui, conservato in ottimo stato grazie alla lava del Vesuvio che nel 79 d.C. ha sepolto Pompei ed Ercolano.
 
 
 
 
 
 
 
I tesori di argenterie vesuviani sono conservati in vari musei di tutto il mondo ma in particolare nel Museo Archeologico di Napoli ed al Louvre e ci consentono di immaginare una ricostruzione del servizio tipico del banchetto in età romana.
 
 
 
 
 
 
 
 
Essi sono stati raccolti grazie a numerosi ed eccezionali ritrovamenti avvenuti a partire dai primi anni dell’800 che si sono susseguiti nel corso degli ultimi duecento anni.
 
 
 
 
Calice (cantharos) con rami d’olivo
 
 
 
 
L’ultimo, in ordine di tempo, mai esposto fino ad ora, costituito da 20 pezzi, è emerso nel 2000 da una gerla in vimini ritrovata tra i reperti recuperati nel complesso dei triclini di Moregine (Pompei) nel corso del lavori per la III corsia autostradale della Napoli-Salerno.
 
 
 
 
Cucchiaio grande da portata (trulla)
 
 
 
 
Esso si aggiunge agli altri grandi “tesori” già noti, tra cui, quello più ricco quanto a numero di pezzi (ben 118) è stato rinvenuto nel 1930 in una cassa di legno della casa del Menandro di Pompei.
 
 
 
 
 Parte del tesoro di Moregine con tipologie degli oggetti rinvenuti
 
 
 
 

Conosciuto invece in precedenza solo da fonti di archivio e per lungo tempo dimenticato, tanto da non essere mai stato ricostruito ed esposto nella sua totalità, è il “tesoro” della casa di Inaco ed Io di Pompei, scoperto nel 1836 e costituito da 65 pezzi, articolati in set omogenei.
 
 
 
 
Dal Tesoro di Boscoreale
 
 
 

Ben più note sono invece le argenterie del “Tesoro di Boscoreale”, rinvenuto nel 1895 nella cisterna per il vino della grande villa rustica detta “della Pisanella”;
composto da 109 pezzi di oro e di argento, esso fu portato clandestinamente in Francia subito dopo la scoperta ed ora è conservato al Museo del Louvre.
 
 
 
 
 
 
 
 
Quello che è stupefacente… fatemelo dire… è la loro modernità… la loro bellezza e la capacità degli artigiani dell'epoca di una tale sopraffina lavorazione.
 
 
 
CIAO DA TONY KOSPAN
(Orso pompeiano)
 
 
 
 
 
 
Da vari siti Web – Coordinam. e impaginaz. T.K.
 
 
 
stars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuar
IN FACEBOOK UN… SALOTTINO… CULTURALE…

Pubblicato 20 Maggio 2010 da tonykospan21 in ARCHEOLOGIA, STORIA... IN SENSO AMPIO

PERDONAMI – SALINAS – MINI DELLA NOTTE   1 comment

 
 
 
 
 
PERDONAMI
Pedro Salinas
 
Perdonami se ti cerco
così dentro di te.
Perdonami il dolore.
È che da te
voglio estrarre
il tuo migliore tu.
Quello che non vedesti
e che io vedo,
immerso nel tuo profondo,
preziosissimo.
 
 
 
 
 
By Tony Kospan
 
 
 

fleur ... minifleur ... minifleur ... minifleur ... mini
 

AMI LA POESIA?
TI ASPETTIAMO NEL GRUPPO DI FACEBOOK
 
ILFANTMONDO.jpg picture by orsosognante
 
TONY KOSPAN
 
 
 

Pubblicato 20 Maggio 2010 da tonykospan21 in SALUTI VARI

LA VIE EN ROSE – MITICA… CANZONE DI UN TEMPO   1 comment

 
 
 
 
Sep27Sep27
 
 
 
LA VIE EN ROSE 
ATMOSFERE E NOTE… DI UN TEMPO
a cura di Tony Kospan…
 
 

 

LA VIE EN ROSE… 
è una delle canzoni più belle e più note di tutti i tempi…
nonché la canzone simbolo dell’amore romantico…
 
 
 

 
 
La vita in rosa…
per noi italiani ha lo stesso significato che ha per i francesi  
soprattutto nell’espressione
“Vedere la vita in rosa”.
 
La Piaf stessa scrisse il testo con il titolo però
Les choses en rose,
e chiese al maestro Robert Chauvigny di musicarlo.
Però egli si rifiutò essendo il brano per lui senza alcun valore.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Le si rivolse allora al pianista Louiguy (Louis Gugliemi) che la musicò, 
cambiandole anche il titolo in
La vie en rose.
 
La canzone divenne un successo mondiale… e dirò di più…
un successo che non è mai tramontato…

 

 
 
 
Siamo nel 1945…
l’anno in cui termina la seconda guerra mondiale…
 
 
 
 
 
 
 
 
Ricordiamo per un attimo quei giorni…
 
 
 
 
 
 
 
 
  
 
 
 
 
 
 
 
 
Torniamo quindi alla nostra canzone ed ecco 
il poetico testo… in italiano…
 
 
 
 
 
Occhi che fanno abbassare i miei
Un ridere che si perde nella sua bocca
Ecco il ritratto senza ritocchi
Dell’uomo al quale appartengo
Quando mi prende fra le braccia
Mi parla a bassa voce
Vedo la vita tutta rosa
Mi dice parole d’amore
Parole di tutti i giorni,
E sento che qualcosa
E’ entrato nel mio cuore,
Una parte di felicità
Di cui conosco la causa
E’ lui per
Me, io per lui nella vita
Me l’ha detto, l’ha giurato sulla sua vita,
E fin dal momento in cui lo scorgo da lontano
Allora sento in me, il cuore che batte…
Notti d’amore senza fine
Una gran felicità che si fa largo
I fastidi, i dolori si cancellano
Felice, felice da morire
 
 
 
 
 
 
 
ed infine… ascoltiamola…con le orecchie e con il cuore
… dato che è una musica che emoziona
ed affascina ancor oggi 
come affascinò i contemporanei…
avendo superato i confini del tempo…
 
 
 
 
 
  

 

CIAO DA TONY KOSPAN

 
 
 

Vivere il web… come in un club… un salotto tra amici
e lontano dalla folla che appare e scompare?
 
Parliamo in amicizia di noi… e poi…
d’arte, poesia, musica, riflessioni, buonumore, test… etc… 
 
Vieni… sarai protagonista nel nostro gruppo di Amici di penna  
in “GABITO GRUPOS”
 
 
sampc3a187dad82b18dc.jpg Psiche e Sogno picture by orsosognante  
 
PROBLEMI AD ISCRIVERTI? 
 
 
T.K.

Pubblicato 20 Maggio 2010 da tonykospan21 in CANZONI DI UN TEMPO...

SCHELETRO SU MARTE? – UNA MISTERIOSA FOTO IMPAZZA NEL WEB   Leave a comment

 

UNO SCHELETRO SU MARTE?

Ecco la misteriosa foto che fa impazzire i blogger

 

© NASA
 
A prima vista sembra una roccia del deserto, ma da vicino è inquietante:
c’è un’immagine che sta facendo impazzire i blogger e gli ufologi di mezzo mondo
perché assomiglia proprio allo scheletro di un extraterrestre.
 
 

© NASA
 
L’ha scattata su Marte il famoso ‘rover’ spirit ed è soggetto
di decine di forum chat per appassionati del
 genere.

 

 

© NASA
 
Uno degli ‘alien-spotter’ (cacciatori di alieni), citato dal sito del Daily Telegraph,
azzarda un’analisi metrico decimale:
"Lo scheletro è di 15 centimetri con due occhi a 5 centimetri di distanza fra loro.
La capacità cranica è approssimativamente di 1400 cc – scrive –
si intravede quella che sembra una piccola bocca appuntita,
quindi è probabile che questa creatura sia carnivora".
 
 
© NASA
 
Decisamente più ironico un altro blogger,
il quale fa notare che "la corona ha una struttura ampia,
evidentemente per sostenere la muscolatura di antenne,
anche se non sono visibili da questa angolazione".
 
 
 
© NASA
 
"Il setto nasale è allargato e smussato come se fosse stato esposto
in un contesto freddo e ventoso
– osserva ancora – E’ stato decapitato o sepolto fino al collo?"
 
 
© NASA
 
 
Un altro blogger ha addirittura cercato di “ricomporre” i possibili frammenti del presunto scheletro, identificando nelle rocce arti superiori, inferiori ed altre parti del corpo alieno.
 
 
FONTE MSN NEWS
 
 
 
 
 
 
 
RICORDIAMO PERO’ LA FAMOSA FACCIA DI MARTE… 
nota T.K.
 
© NASA
L’ultima immagine marziana che assomigliava a uno scheletro risaliva al 2006,
ma risultò in seguito alterata. Quanto alla famosa ‘Faccia su Marte’, immortalata dalla sonda Viking 1 nel 1976, che mostrava le sembianze di un volto umano,
fu spiegata con un contrasto di luce poi scomparso quando la stessa zona fu fotografata di nuovo.

CIAO DA UN PERPLESSO

TONY KOSPAN

  
 

Pubblicato 20 Maggio 2010 da tonykospan21 in MISTERI ED ENIGMI

BUON COMPLEANNO AL BANO…   1 comment

 

 

Nato il 20/5/1943

 

AUGURI AL BANO…

di

 

 

TE LI FACCIO CON QUESTO TUO VIDEO…

VERO INNO ALLA FELICITA’…

 

 

 

ORSO TONY

 

Pubblicato 20 Maggio 2010 da tonykospan21 in A U G U R I

UN PENSIERO DI IVANHOV SULLA NATURA CHE CONDIVIDO…   4 comments

 
 UN PENSIERO DI IVANHOV SULLA NATURA
CHE CONDIVIDO…

 

 

 
La Natura è viva e intelligente.
Ebbene, la maggioranza degli esseri umani agisce nei suoi confronti come se fosse morta o stupida, ed è per tale ragione che in loro la vita non vibra più tanto intensamente e potentemente: a poco a poco, essi paralizzano tutte le facoltà di conoscere, di comprendere e di sentire che Dio ha dato loro.
Quando si ritiene che né le pietre né le piante né l’acqua né
l’aria né il sole siano vivi, perché cercare di entrare in
comunicazione con loro?
Questo è già quindi un modo per smussare le proprie facoltà di percezione, e facendolo, ci si limita. Se invece credete che la Natura sia viva e intelligente, farete degli sforzi per comprendere il suo linguaggio e riuscirete a trovare in voi stessi dei mezzi d’espressione per rivolgervi a Lei.
Omraam  Ivanhov
 
 
 

 

CIAO DA TONY KOSPAN  

 

stars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuar
 
 
E’ NATO IN FACEBOOK UN… SALOTTINO… CULTURALE… 
 
 
 
DOVE E’ POSSIBILE SCAMBIARSI PENSIERI ED EMOZIONI
D’ARTE POESIA MUSICA BUONUMORE RIFLESSIONI STORIA… ETC…
IN MODO SEMPLICE ED IN AMICIZIA…
 
ACOMODATI E PARTECIPA ANCHE TU…
TI ASPETTIAMO…      
               
  
 
TONY KOSPAN 

Pubblicato 20 Maggio 2010 da tonykospan21 in RIFLESSIONI AFORISMI FILOSOFIE

FELICE GIOVEDI’ IN POESIA E MUSICA   2 comments

 

 
 

 

 

  69x6269x6269x6269x6269x6269x6269x6269x6269x62 

 

L’amore è eterno finché dura
– Henri François Joseph de Régnier

 

 
 
 
 

 

 

 

 IL PICCOLO FIORE
R. Tagore

Cogli questo piccolo fiore
e prendilo. Non indugiare!
Temo che esso appassisca
e cada nella polvere.

Non so se potrà trovare
posto nella tua ghirlanda,
ma onoralo con la carezza pietosa
della tua mano – e coglilo.

Temo che il giorno finisca
prima del mio risveglio
e passi l’ora dell’offerta.

Anche se il colore è pallido
e tenue è il suo profumo
serviti di questo fiore
finché c’è tempo – e coglilo.

 

 

 
 
 

DA ORSO TONY

 

 

AMI LA POESIA?
SCRIVERLA… LEGGERLA… PARLARNE?
VIENI NEL GRUPPO DI FACEBOOK
 
ILFANTMONDO.jpg picture by orsosognante 
 
TONY KOSPAN

Pubblicato 20 Maggio 2010 da tonykospan21 in SALUTI VARI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: