Archivio per 2 gennaio 2010

CARA LILLI – GOETHE – LA MINIPOESIA DELLA NOTTE   Leave a comment

 
 

 
CARA LILLI
Goethe
 
Cara Lilli, sei stata a lungo
tutta la gioia, tutto il mio canto;
adesso, ahimè, sei tutto il mio dolore,
eppure sei tutto il mio canto ancora.
 

 

 
 

Pubblicato 2 gennaio 2010 da tonykospan21 in SALUTI VARI

IL MISTERO DELL’AMORE IN… POESIA E NON SOLO…   3 comments

 
 
gifs corazones
 
IL MISTERO DELL’AMORE… POESIE E… NON SOLO…
A cura di Tony Kospan
 
Cari amici ed  amiche, amanti come me della poesia, in questi primi giorni del 2010… le poesie di questa settimana  hanno per tema,
per la prima volta quest’anno, l’amore… 
 
 
Ma ce ne parleranno come mistero, riflessione… meditazione.
 
In effetti ancor oggi nel 3° millennio… continuiamo
a non comprenderlo bene… così come gli antichi…
 
 
 
e solo la poesia può avvicinarci un pò al suo eterno mistero…
 
Sono tutte di grandi poeti quelle che ho prescelto…
 
 
L’ultima… poi… tra le più profonde di Neruda… scava nel profondo dell’animo umano… rivelandoci lo sconvolgimento, causato dall’amore, dei nostri punti di riferimento e però nel contempo la gioia di un interiore arricchimento… 
 
Come al solito mi piacerebbe leggere le poesie che, sul tema, amate…
 
 
 
 
 
 
 
 
REBUS D’AMORE
Blaga Dimitrova 

In un certo ventoso crocivia
del caso e del probabile
un uomo con voce di serale chiarore
mi invitò all’interno del segreto.
Senza alcuna motivazione
di me stessa stupita
davanti a me stessa eretta
mi fermai sulla soglia.
E rimanemmo così
per sempre nell’inesplicabile
come due ombre di guardiani
davanti all’ingresso del desiderio.
Ora posso affacciarmi
nel profondo delle notti,
perché non sono più mie.
L’amore è desiderio
di provare il dolore fino in fondo
allo schiudersi degli occhi.
Poi, svelandosi,
si uccide da sé
ad occhi aperti.
L’ho salvato, mi chiedo,
quando l’ho costretto
alla cecità?
 
 

SE DEVI AMARMI 
Elizabeth Barrett Browning
 
Se devi amarmi, per null’altro sia
se non che per amore. Mai non dire:
"L’amo per il sorriso, per lo sguardo,
la gentilezza del parlare, il modo
di pensare così conforme al mio,
che mi rese sereno un giorno". Queste
son tutte cose che posson mutare,
Amato, in sé o per te, un amore
così sorto potrebbe poi morire.
E non amarmi per pietà di lacrime
che bagnino il mio volto. Può scordare
il pianto chi ebbe a lungo il tuo conforto,
e perderti. Soltanto per amore
amami – e per sempre, per l’eternità.
 
 
 
QUANDO L’AMORE VI CHIAMA, SEGUITELO
Kahlil Gibran 

 

Quando l’amore vi chiama, seguitelo.
Anche se le sue vie sono dure e scoscese.
e quando le sue ali vi avvolgeranno, affidatevi a lui.
Anche se la sua lama, nascosta tra le piume vi può ferire.
E quando vi parla, abbiate fede in lui.
Anche se la sua voce può distruggere i vostri sogni
 come il vento del nord devasta il giardino.
Poiché l’amore come vi incorona così vi crocefigge.
 E come vi fa fiorire così vi reciderà.
 
 
TUTTO IMPARAMMO DELL’AMORE
Emily Dickinson


Tutto imparammo dell’amore alfabeto, parole.
Il capitolo, il libro possente poi la rivelazione terminò.
Ma negli occhi dell’altro ciascuno contemplava
l’ignoranza divina, ancora più che nell’infanzia:
L’uno all’altro, fanciulli.
Tentammo di spiegare
quanto era per entrambi incomprensibile.
Ahi, com’è vasta la saggezza
e molteplice il vero!

 
bdbf7230fd9cc704fac16bfim7.jpg
 
 
NULLA ERA MIO
Pablo Neruda
 
Prima d’amarti, amore, nulla era mio:
vacillai per le strade e per le cose;
nulla contava nè aveva nome:
il mondo era nell’aria che attendeva.
Io conobbi cinerei saloni,
gallerie abitate dalla luna,
hangars crudeli che si
accomiatavano,
domande che insistevano sull’arena.
Tutto era vuoto, morto e muto,
caduto, abbandonato e decaduto,
tutto era inalienabilmente estraneo,
tutto era degli altri e di nessuno,
finchè la tua bellezza e povertà
empirono l’autunno di regali.
 
                  
 
SE AMI LEGGERE O SCRIVERE POESIE…
RAGGIUNGICI NEL GRUPPO DI FACEBOOK… 
 
  
CIAO DA TONY KOSPAN
 
 

NON, JE NE REGRETTE RIEN – EDITH PIAF – ATMOSFERE E NOTE DI UN TEMPO   Leave a comment

Sep27Sep27

 
NON, JE NE REGRETTE RIEN
ATMOSFERE E NOTE… DI QUALCHE TEMPO FA…
A cura di Tony Kospan

    

 
 
 
 
 

 
 
 
Riprendiamo il viaggio tra le immagini
e le musiche di qualche tempo fa…
e che hanno lasciato il segno…
 
 
 
 
 
Siamo nel 1956…
quando nasce questa grande canzone portata
al successo da Edith Piaf.
 
 
La nevicata del 56
 
 
Gli autori sono Charles Dumont per la musica
e  Michel Vaucaire per il testo.
 
 
 
 
Le immagini ci consentono
di rivivere l’atmosfera dell’epoca…
 
 

 
La canzone ancor oggi risuona nei nostri cuori…
e ci affascina come affascinò i contemporanei…
avendo superato i confini del tempo…
 
 

 
 
Anche questa come la VIE EN ROSE… sempre della Piaf…
 è una famosissima… storica… indimenticabile canzone.
Da notare la modernità del testo…
 
 
 
 

 
 
NON, JE NE REGRETTE RIEN
NO, NON RIMPIANGO NULLA

 

 

TESTO ORIGINALE

 Non, Je ne regrette rien 
non, rien de rien
non je ne regrette rien
ni le bien qu’on m’a fais
ni le mal,
tout ça m’es bien égale
non, rien de rien
non je ne regrette rien
c’est payer,balayer,oublier
je me fous du passer
avec mes souvenirs
j’ai allumé le feu
    mes chagrins, mes plaisirs   
je n’ai plus besoin d’eux
balayer les amours
avec leurs grimolaux
balayer pour toujours
je repars à zero
non, rien de rien
non je ne regrette rien
ni le bien qu’on m’a fais
ni le mal,
tout ça m’es bien égale
non, rien de rien
non je ne regrette rien
car ma vie 
car mes soirs
aujourd’hui
ça commence avec toi

TRADUZIONE IN ITALIANO  

No, non rimpiango nulla
No! Niente di niente
Non ho alcun rimpianto.
Né per il bene né per il male
che mi è stato fatto.
Tutto mi è proprio uguale !
No! Niente di niente
Non ho alcun rammarico
No! Je ne regrette rien …
Tutto è  stato pagato spazzato
dimenticato.
Me ne frego del passato!
Con i miei ricordi
ho acceso il fuoco e bruciato
i miei dolori, i miei piaceri
Non ho più bisogno di loro!
Ho spazzato i miei amori
E tutti e le palpitazioni
Spazzati per sempre
Riparto da zero.
No! Niente di niente
Non ho alcun rimpianto.
Né per il bene né per il male
che mi è stato fatto.
Tutto mi è proprio uguale !
No! Niente di niente
Non ho alcun rammarico
perché la mia vita
perché le mie serate
ora comincian con te!
 Traduz. Tony Kospan

 
  
 
Ora ascoltiamola…

 

 o, se vogliamo possiamo vedere il video d’allora che
con le sue imperfezioni ci riporta a quell’epoca…

 

 
 
              

 
 
CIAO DA TONY KOSPAN 
 
VISITA, SE TI VA,  IL MIO BLOG
TONY KOSPAN
 
 

 
 

Pubblicato 2 gennaio 2010 da tonykospan21 in CANZONI DI UN TEMPO...

FELICE SABATO IN POESIA E MUSICA…   Leave a comment

 

Cari amici oggi inizia davvero il 2010…
inizia la nostra vita quasi… normale…
(c’è ancora la Befana da superare…)
ed auguro dunque a me ed a tutti…
una normalità serena…
ma con tante…tante perle… tante emozioni…
tutte indimenticabili… 
 

   

 

VUOI CHIAMARMI GIOIA
Sibilla Aleramo
 
Vuoi chiamarmi Gioia
poi che non sai il mio nome.
E io ti rispondo
come ti rispose quel fanciullo
a cui lodasti i lucenti occhi
laggiù nel paese caldo e colorato,
ti rispondo che sei tù
ad avere nel forte cuore
la virtù della gioia,
tù ad investire il cuore mio.
Tanto sei forte o signore
che di me cogli solo ciò che t’incanta
e mi ravvivi il sorriso,
e fai che a me stessa
più non importi il mio nome
il mio nome che non è Gioia,
fai che ogni oscura imminenza
della mia sorte
io alteramente allontani.
– per un attimo?-
e a fine del tuo il mio sorriso ravvivi.
Ravvivi il mio canto,
ed è come se laggiù chiusa nella tua mano
tu mi portassi, nel paese caldo e colorato,
in un avvampante aurora,
là dove ogni cosa si chiama Gioia.
 
 
 

 

da Tony Kospan

212.gif image by moniorca

Pubblicato 2 gennaio 2010 da tonykospan21 in SALUTI VARI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: