Archivio per dicembre 2008

BRINDIAMO AL 2009… INSIEME…   Leave a comment

 

  

      IL MONDO NUOVO 

images/Gif_free/smiley_13a.gif 

UN MONDO D’AMORE

Jayan Walter

Ho sognato un mondo d’amore:
verdi prati e fiori colorati,
farfalle libere che giocano col vento,
le onde del mare che limpido s’infrange
sulle dorate spiagge
e sui massi di granito e di cemento.
Senza più i ricordi della rabbia e del rancore,
senza i pregiudizi del colore,
né il gioco crudele del potere,
né il perpetuo rincorrere del valore:
non più oro, non più città oscure
di nubi tossiche e di catrame nero,
ma un mondo nuovo, una nuova progenie,
dove speranza è viva e acceso è l’amore,
e la vita scorre come il fiume al sole.

 

Cari amici se vorremo e se ci farà piacere… potremo essere ancora insieme per un altro anno di vita virtuale e sperabilmente non solo virtuale… discorrendo tra noi di mille cose… nei gruppi virtuali e nei siti… affrontando così… stando vicini… tutte le novità alcune note ed altre meno… che il prossimo anno ci riserverà…

Questo è l’augurio che faccio qui ed ora… in questo ultimo giorno del 2008… a me ed a tutti voi…

Intanto brindiamo tutti insieme per un felice 2009 per noi tutti e per i nostri cari… con un sorriso… 

RIVISTA.jpg TONY KOSPAN picture by orsotony21

Orso Tony

Pubblicato 31 dicembre 2008 da tonykospan21 in SALUTI VARI

LE NOTIZIE PIU’ PAZZE DEL 2008   Leave a comment

 

Contravvenzione a Babbo Natale

Ecco le notizie più pazze del 2008

L’anno giunge ormai al termine e noi vogliamo ricordarlo presentandovi 12 news, una per ogni mese del 2008, che forse più di tutte hanno avuto il merito di esser riuscite a strapparci un sorriso. I fatti che andiamo a riproporvi, ci teniamo a sottolinearlo, seppur incredibili sono tutti rigorosamente veri.

Clikkando sui titoli… ne leggerete delle belle…

Ciao da Tony Kospan

Gennaio
Va al bordello e fra le squillo ci trova la moglie

Febbraio
Bergamo, tenta rapina ma si spaventa da solo e scappa

Marzo
Abusava di un lampione della luce, arrestato un 32enne

Aprile
Meteore gli colpiscono la casa e pensa al complotto alieno

Maggio
Testicoli arrosto e fettine di pene: strani menù dalla Cina

Giugno
In Danimarca la prima gara europea di autoerotismo

Luglio
Riceve un segno divino, cade e fa causa alla Chiesa

Agosto
Proprietario di 700 auto, ma non aveva la patente

Settembre
Aggredisce una campionessa di karate: finisce ko

Ottobre
Invita poliziotti a casa che gli trovano droga sul tavolo

Novembre
Cina: capo della polizia arresta 48 parenti in otto anni

Dicembre
Niente torta di compleanno per Adolf Hitler

E la privacy?

DA TISCALI.IT – IMPAGINAZ. ORSO TONY

Pubblicato 30 dicembre 2008 da tonykospan21 in PENSIERI E NOTIZIE SORRIDENTI

LA VIE EN ROSE – INNO ALL’AMORE… IN FANTASTICO STILE… RETRO’…   1 comment

 

 
UN VERO E PROPRIO INNO ALL’AMORE
SENZA… ED OLTRE… IL TEMPO…
 
 
 
 
FANTASTICA PPS CON CLASSICISSIMA CANZONE FRANCESE
 
DAVVERO UNA BELLISSIMA PPS PER CHI AMA
(COME ME)
UN ELEGANTE STILE RETRO’…
 
CIAOOOOOOOOOOOO
 
 TONY KOSPAN
 
 

 SE VUOI LEGGERE LE NOVITA’ DEL BLOG… VIENI ALLA HOME…
CLIKKANDO QUI GIU’…

IL MONDO DI ORSOSOGNANTE

CIAO DA TONY KOSPAN
 

Pubblicato 29 dicembre 2008 da tonykospan21 in CANZONI DI UN TEMPO...

SCHEGGE GRAFFIANTI DAL LIBRO DELLA LITTIZZETTO   1 comment

 

ECCO A VOI DAL WEB…  ALCUNI BRANI COME SEMPRE GRAFFIANTI ED ESILARANTI…

DA QUESTO LIBRO DELLA LITTIZZETTO NAZIONALE…

 

(La cover del libro della Littizzetto, ‘Rivergination’)


MA TI SEI LESSATA I NEURONI COL PHON?

Senti qua. Non c’è proprio limite alla follia umana. Una modella svizzera, attraverso un delicato intervento di chirurgia plastica, s’è fatta allungare le gambe di tre centimetri. Motivo? Perché non rientrava nell’altezza delle modelle classiche. Per ora non cammina più ma è un dettaglio. Volete sapere quanto era alta prima dell’operazione? Un metro e settantadue. Pensa te. Modella? Ma ti sei lessata i neuroni col phon? E io cosa dovrei fare allora? Che nell’erba alta sparisco?! Che più basse di me ci sono solo le carote che vivono sotto terra e spunta solo il ciuffo?! Cosa mi devo far innestare io?! Un doppio femore? Tassellarmi nell’interno coscia un tubo della stufa? Farmi infilare un mappamondo al posto della rotula?

Io non mi farei mai allungare. Sono orgogliosa di essere ultracorta. L’unica cosa che mi dispiace è che ho un bel seno ma purtroppo se ne accorgono solo i cani volpini. E’ incredibile come ormai la chirurgia plastica non abbia più confini. In America sta spopolando la rivergination. L’imenoplastica. La moda di farsi ricostruire una nuova verginità. Non sei più vergine? Mettici una toppa. La toppa sulla topa. Diciamo pane al pane. Praticamente la rivergination si fa per evitare la svalutation e incentivare la devolution. Funziona più o meno così: tu vai in America, ti ricoverano in clinica, ti danno due punti, ti rammendano come un calzino, ed esci pulzella. Nuova di pacca. Come quando vuoi vendere la macchina, che azzeri il contachilometri per farla sembrare nuova.

 

Peccato che duri poco. L’imene non è perenne. Tranne in alcuni casi. E non faccio nomi per rispetto della privacy. Un diamante è per sempre, quello dura un attimo e poi sei di nuovo da capo. Toccherebbe rifare l’imene come le porte dei saloon. Che spingi e… oplà, si apre e si richiude. Così quello che viene dopo deve solo stare attento a non prendersi lo sportello sul naso. Il problema sarà poi cosa rispondere quando ti chiederanno com’è stata la prima volta. D’ora in poi ti dovrai segnare quando è stata la prima volta, la prima volta della seconda volta, la prima volta della terza volta… dovrai munirti di un palmare per tenere il conto.

 
Io, se potessi scegliere cosa rifarmi, vorrei farmi spostare le tette sulla schiena, tipo zainetto, così non mi danno fastidio quando vado in moto col mio fidanzato che finisce sempre che per via di ‘sta tettonica a zolle salto giù nei cunettoni. Anche un paio di orecchie svitabili non mi dispiacerebbero, che le appoggio sul comodino prima di addormentarmi così non lo sento russare.

Poi una terza mano per aprire la porta quando ho le borse della spesa, e nel caso questo fosse un intervento troppo costoso, al limite un’aggiuntina di due dita per far più forza quando uso il trinciapolli. Una ruota in mezzo alle gambe così io da casa mia, che sta in salita, vado in centro in un attimo, e il retrotreno semovente. Mi piacerebbe farmi incastrare nell’ombelico il joystick delle PlayStation. Così posso muovere il didietro come voglio, lo alzo e lo abbasso, lo posso far basculare a destra e a sinistra, senza passare ore in palestra.

Ecco che arriva Molly: santo cielo che Befana. Ma dove vai? «Vado a cambiare il reggiseno che mi ha regalato quel pirla». Ma è così carino. «Infatti, è bellissimo. Peccato che non mi abbia comprato anche le tette da metterci dentro, sto scimunito». Molly è così. Ama con furore e odia con altrettanto accanimento. «E io che speravo mi regalasse un bonus per rifarmi le tette». «Prego?» «Una zinna sotto l’albero. Al posto del panettone. «La guardo e non favello». Perché? Avrei ben altre urgenze. Sai cosa dovresti rifarti tu, Molly? «Togliermi sto volant di cellulite». No. Rifarti furba perché c’hai provato un sacco di volte e non ci sei riuscita. «E io che sognavo un assegno per un paio di tette nuove. Un tre etti di silicone mi sarebbero bastati. Guardale. Sono scese di almeno tre centimetri, piangono come rami di salice. E poi si sono tutte svirgolate». Sarebbe? Sono disassate. Hanno perso la convergenza. Come le macchine quando prendi in pieno un gradino, toh. Ne ho una che guarda il Monviso e l’altra il Monte Rosa».

L’arco alpino al completo. «Fai la spiritosa. Le donne che lavorano nel mondo dello spettacolo i ritocchi se li fanno fare tutte». Tranne me. «E infatti si vede». Bè, sei in vena di complimenti. «Tra le tue colleghe van tanto di moda gli zigomi». Fino a qualche anno fa non sapevamo neanche di averceli. «Infatti. Io sapevo di avere mento, mandibola e cartilagini sparpagliate qua e là ma quegli ossi li mi erano sfuggiti. Adesso han tutte due palline da ping-pong ai lati del naso». Due boccini. «E quei bei sorrisi naturali da maschera del carnevale di Viareggi». Vedi che vieni con me. «Vengo un attimo ma poi ritorno sulle mie. Regalarmi delle tette nuove per Natale sarebbe stato un bel pensiero». Ma certo. E’ come dire: «Amore, ti penso tanto e penso che mi fai schifo. Sei da rifare. Ti regalo una palata di silicone, infilatela dove vuoi». «Come sei antica!» Perché? Vuoi mica dirmi che dal chirurgo estetico ci vai per piacere di più a te stessa? Ma sparisci. Tu per piacere di più a te stessa ti fai la carbonara o ti mangi dei coni così grossi che ti cola tutto il pistacchio giù per il gomito. «Il mio mito è Bambola Romana». Quella che ha due provoloni appesi alle clavicole? Se si china per allacciarsi le scarpe batte la fronte sul marciapiede tanto è sbilanciata in avanti. «Ora ha fatto anche un calendario» Sì, extra-large. Non sta neanche appeso al muro. Lo devi usare come tappeto. «Che invidia. Io ormai sono così piatta che volendo mi potrei faxare».

Da Dagospia – Impaginazione Orso Tony

 
  F I N E
 

Pubblicato 29 dicembre 2008 da tonykospan21 in FAVOLE LEGGENDE RACCONTI DI SAGGEZZA

INCREDIBILE! BABBO NATALE… RICERCATO!   1 comment

 
 
 
 
INCREDIBILE!

LA LEGGE CONTRO BABBO NATALE…
 
 

 
 
Attivamente ricercato per aver condotto un carro senza ruote e guidando senza cinture di sicurezza; all’alt delle forze dell’ordine si è dato alla fuga utilizzando mezzi non omologati; gli si contesta anche il reato di violazione di domicilio e
adescamento di bambini;
 
 
 
 
 
 
E’ stato contravvenzionato inoltre per imbrattamento delle strade e intasamento di camini,  possesso di oggetti corruttivi di minorenni di cui non riesce a giustificare la legittima provenienza  (ricettazione o furto ? in corso di accertamento) 
 
 
 
 
 
 
 
Ecco anche il minivideo che inchioda Natale Babbo… sorpreso
mentre esercitava la sua notturna….. attività criminosa
e che non lascia alcun dubbio sulla sua colpevolezza…
 
 
 
 
 
 
 
Tuttavia non si sa come…
è riuscito a scappare ed a far perdere le sue tracce…
Questa è l'ultima sua foto mentre scappava…
 
 
 
 
 
 
 Natale Babbo… detto Babbo Natale…
secondo alcuni  sarebbe ormai scappato alle Bahamas
a godersi il sole… facendosi beffe degli investigatori…
 
 
 
 
 
 
Secondo altri sarebbe invece nascosto in locali underground
a suonare un rock davvero scatenato…
 
 
 
 
 
 
Secondo altri si sarebbe rifugiato
in un’isola deserta…
 
 
 
 
 
 
Secondo altri sarebbe molto vicino a noi
in una cantinola a tracannare del buon vino…
 
 
 
 
 
 
C'è poi chi dice che se ne stia chiuso da qualche parte
col suo pc a cercar amici su Facebook…
 
 
 
 
 
 
ed altri ancora a suonare il piano…
ed in particolare White Christmas
 
 
 
 
 
 
ed infine altri sostengono d'averlo visto ballare
con delle escort… in locali equivoci…
 
 
 

 
 
Le ricerche continuano senza soste…
 
Chiunque avesse sue notizie
è pregato di contattare subito… le Autorità...
 
 
 
 
E’ prevista una grossa mancia…
 

Orso Tony per… la… TKN
(Tony Kospan News…)
 
 
 
 
 
 

 

 
 
ULTIMISSIME…
 
Dal gruppo di detectives che lo braccano
è trapelata in via confidenziale la notizia
che le piste si sono ormai ristrette
e che le ipotesi più probabili sono solo 2…
 
La prima è che Natale Babbo si stia facendo beffe di tutti
al Polo Nord… divertendosi a ballare con le renne
 
 
 
 
 
La seconda ed è la più probabile…
dato che la foto appare davvero chiara…
è che se ne stia… “spaparanzato”…
sulla spiaggia al sole delle BAHAMAS…
 
 
 
 
Le ricerche continuano senza sosta…
Dall’inviato della TKN… a voi…
 
Tony Kospan
 
 
 
 
 
 
VIENI A LEGGER LE NOVITA' DEL BLOG
 
 

L’ANNO CHE VERRA’… BY TONY KOSPAN   Leave a comment

 

L’ANNO CHE VERRA’

E’ ormai finito un anno… che se ne va dopo averci lasciato il suo bagaglio di cose positive e negative… come sempre… ed è giunto il momento quindi dell’altrettanto consueta attesa del nuovo anno… Il rito dell’augurio e della speranza di un anno migliore si perpetua da sempre… in quanto è connaturato nell’uomo che… se non riuscisse a rinnovare le sue attese… i suoi progetti… si sentirebbe del tutto perso e sfiduciato… anche se poi realisticamente ben sa che la vita difficilmente avrà un eccezionale cambiamento… Certo l’attesa si concentra soprattutto per il primo giorno dell’anno… quasi come si trattasse di un mattino… che ci porti verso un buon giorno… ed è su di esso che concentriamo ogni festa…
 
 
Oggi non è che un giorno qualunque di tutti i giorni che verranno,
ma ciò che farai in tutti i giorni che verranno dipende da quello che farai oggi."
Ernest Hemingway
 
Ero stranamente più pessimista da giovane quando scrissi questa poesia che risente dell’influsso (solo di quello per carità) Leopardiano…
AUGURI
Tony Kospan
Auguri!
Auguri! Auguri!
Parole
Parole… Parole…
Vuote parole
trite parole
cosa dite…
 se non l’umana
fallace speranza
d’un domani migliore?
 
mentre oggi forse per la consapevolezza e l’accettazione della realtà della nostra condizione umana… mi associo anch’io a quest’attesa ed a questa speranza… ed è a loro che dedico  il tema di questa domenica…
 
   
 

 
 
SE CERCHI LA FELICITA’ 
 Osho Rajneesh
Se cerchi la felicità
preparati a far piovere
felicità su chiunque
incontri.
Il mondo è solo un’eco:
qualsiasi cosa fai ti
torna indietro.
Non aspettarti mai amore
da coloro a cui tiri delle
pietre, e se conficchi
spine negli altri non
aspettarti niente di piu’
che una ricca messe di
ortiche.
E’ un’eterna legge, che
l’odio genera l’odio e
l’amore genera amore.
 
IL MEGLIO
Douglas Malloch
Se non puoi essere un pino in cima alla collina.
sii un arbusto nella valle, ma sii
il miglior, piccolo arbusto accanto al ruscello;
sii un cespuglio, se non puoi essere un albero.
E se non puoi essere un cespuglio, sii un filo d’erba,
e rendi più lieta la strada;
se non puoi essere un luccio , allora sii solo un pesce persico:
ma il persico più vivace del lago!
Non possiamo essere tutti capitani, dobbiamo essere anche equipaggio.
C’è qualcosa per tutti noi qui,
ci sono grandi compiti da svolgere e ce ne sono anche di più piccoli,
e quello che devi svolgere tu è li, vicino a te.
Se non puoi essere un’autostrada, sii solo un sentiero,
se non puoi essere il sole, sii una stella.
Non e grazie alle dimensioni che vincerai o perderai:
sii il meglio di qualunque cosa tu possa essere.

 
IL VALORE DELLA VITA
 Omar Falworth
Il valore della tua vita non sta in ciò che sai,
ma in ciò che riesci ad amare di ciò che sai;
puoi conoscere tante cose, ma se non riesci ad
amarle, il tuo sapere non vale nulla, e la tua vita
non vale nulla.
Il valore della tua vita non sta in ciò che
hai, ma in ciò che sei;
perché in realtà nessuno ha niente.
L’unica cosa che si può avere è…se stessi,
se hai te stesso hai tutto il mondo,
e la tua vita vale più del mondo.
Il valore della tua vita non sta in ciò che
pensi, ma in ciò che fai;
puoi pensare tutto il bene del mondo,
ma se non ti adoperi per farne almeno un po’,
è come se pensassi il male,
e la tua vita non vale nulla.
Il valore della tua vita si misurerà quando
starai per perderla.
Se lascerai il mondo un pochino migliore
di come lo hai trovato… allora sarà grande.
IL PRIMO GIORNO DELL’ANNO
Pablo Neruda
 Lo distinguiamo dagli altri
come se fosse un cavallino
diverso da tutti i cavalli.
Gli adorniamo la fronte
con un nastro,
gli posiamo sul collo sonagli colorati,
e a mezzanotte
lo andiamo a ricevere
come se fosse un esploratore
che scende da una stella.
La terra accoglierà questo giorno
dorato, grigio, celeste,
lo bagnerà con frecce
di trasparente pioggia
e poi lo avvolgerà
nell’ombra.
Eppure
piccola porta della speranza,
nuovo giorno dell’anno,
sebbene tu sia uguale agli altri
come i pani
a ogni altro pane,
ci prepariamo a viverti in altro modo.

Poesie di Natale, Poesie di Capodanno, Tradizioni di Natale, EpifaNIA, bEFANA            Poesie di Natale, Poesie di Capodanno, Tradizioni di Natale, EpifaNIA, bEFANA

TONY KOSPAN

 RAGGIUNGICI NEL NUOVO GRUPPO VIRTUALE DI MSN

 

UN SONDAGGIO PER… SORRIDERE… MA… MICA TANTO…   Leave a comment

 
 
Sono stati pubblicati i risultati di un recente sondaggio,
commissionato dalla FAO, rivolto ai governi di tutto il mondo.
La domanda era così formulata:
 

 
"Dite, onestamente, qual è la vostra opinione
sulla scarsità di alimenti nel resto del mondo".
 

 

– gli europei non hanno capito cosa fosse la "scarsità";
– gli africani non sapevano cosa fossero gli "alimenti";
– gli americani hanno chiesto il significato di "resto del mondo";
– i cinesi hanno chiesto maggiori delucidazioni sul significato di "opinione";
– gli italiani stanno ancora discutendo su cosa significhi l’avverbio…"onestamente".
 
Ciao da Tony Kospan

Pubblicato 27 dicembre 2008 da tonykospan21 in INTRATTENIM. UMORISMO

CLASSICA ED ARTE – MOZART E CARAVAGGIO…   Leave a comment

 
CLASSICA ED ARTE
 

Nell’ambito del gioco tra musica classica ed arte…
mi piace accostare le opere di 2 grandissimi come  Mozart e Caravaggio…
ed in particolare
il Concerto di Caravaggio ed il Divertimento di Mozart…
 
2 opere a mio avviso tutte da godere…
 

MOZART E CARAVAGGIO
 
MOZART –  DIVERTIMENTO
E
 
CARAVAGGIO – IL CONCERTO
 
Buona visione e buon ascolto…
 
Orso Tony
 

Pubblicato 26 dicembre 2008 da tonykospan21 in MUSICA E DANZA CLASSICA

SIEDI QUI… IN PARADISO – POESIA SUFI… POESIA SUBLIME E DI SOGNO…   2 comments

 
 
Torniamo, con questa, a leggere poesie Sufi…  poesie sublimi e di sogno…
che ci portano in mondi… ultraterreni… pieni di amore…
 con leggerezza e soavità… facendoci volare… oltre le miserie umane….
 
Ricordo che queste poesie affascinanti
e che hanno sempre avuto stuoli di ammiratori… nel corso dei tempi…
hanno diverse chiavi di lettura…
 
Ora però leggiamola con calma, ascoltando una musica tradizionale… turca,
e se vi va… parliamone…
 
Tony Kospan…
 
 
 
SIEDI QUI IN PARADISO
Omar Khayyam
 
Occhi di Narciso
 

Voglio un carico di vino di rubino, e un libro di versi.
Mi occorre appena lo stretto necessario, e un pezzo di pane.

Poi io e te seduti in un luogo deserto…

Questa e’ una vita superiore al potere d’ogni sultano.
Non t’affliggere cosi’ vanamente, vivi contento,
e nell’ingiusta via della tua sorte, vivi con giustizia.

Giacche’ in conclusione questo mondo e’ il nulla,
pensa di essere il nulla, e libero vivi.

Per quanto d’ogni lato io volga lo sguardo,
scorre nel giardino un rivo di paradiso.

La piana e’ divenuta un paradiso, non parlare d’inferno!

Siedi qui in paradiso, assieme a un volto di paradiso.

Pubblicato 26 dicembre 2008 da tonykospan21 in POESIE SUBLIMI

IL FAMOSISSIMO CORO DELLE RENNE… n.2   Leave a comment

 

ECCO IL FAMOSISSIMO GIOCHINO DEL CORO DELLE RENNE… n.2

IMPERDIBILE… ED INDIMENTICABILE.. SOPRATTUTTO PER I PICCINI…
NON DIMENTICATE DI CLIKKARE SULLE RENNE…
 
CLIC GIU’
 
CIAOOOOOOOOOOOOOOOOO
 
DA ORSO TONY
 

Pubblicato 26 dicembre 2008 da tonykospan21 in PAESAGGI EDIFICI VIAGGI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: