SHOAH – PENSIERI POESIE IMMAGINI E NON SOLO… PER NON DIMENTICARE   15 comments

 

 

C'E' CHI PENSA CHE FORSE E' INUTILE

RICORDARE QUESTO GIORNO PERCHE'

L'ORRORE DELLA SHOAH E' NOTISSIMO…

 

PENSO INVECE CHE FINCHE'

NELLA NOSTRA SOCIETA' SARANNO COSI' DIFFUSI…

INDIFFERENZA IGNORANZA RAZZISMO E VIOLENZA

SIA ANCORA MOLTO NECESSARIO

 

 

 

Memoriale Shoah Milano

 

 

27 GENNAIO – GIORNO DELLA MEMORIA

 

 

 
 
 
 
SHOAH
 
 PENSIERI POESIE IMMAGINI
E NON SOLO…
PER NON DIMENTICARE…
 
 
 
 
 
      

 

 

 

 

Prima di dar un modesto contributo alla memoria
 di questa giornata desidero
esprimere qualche piccolo pensiero personale.
 
 
Quello che più mi rattrista ed indigna è che
quanto accaduto è stato un frutto diabolico
di quella che riteniamo, e giustamente,
la nostra grande civiltà europea…
 
 
 
 
 
 
 
 
Aggiungo poi che oggi,
da varie parti in Italia e nel mondo
 c'è il tentativo di crear un confuso calderone 
e così mischiando le carte
non riconoscere e/o sminuire l'immensa vergogna…
per tutto il genere umano…
del genocidio…
 
 
 
 
 
 
Ci sono poi anche i negazionisti…
che non solo offendono la memoria delle vittime…
ma anche la realtà… la storia e la nostra intelligenza.
 
 
 
 

 

 

 

Il mio contributo al ricordo si esplicherà in questo modo:
 
 
 
1 – mediante due bellissime poesie di cui la prima è quella notissima di Primo Levi, sopravvisuto agli orrori di Auschwitz, e l’altra,  davvero molto struggente, di Joyce Lussu ci parla della sorte dei bambini dei campi;
 
2 – il trailer de “LA VITA E’ BELLA” ;
 
3 - il noto dipinto di Munch… ” L'Urlo” che è forse l'opera d'arte massimamente rappresentativa dell'orrore umano…;
 
4 – Un pensiero dal diario di Anna Frank…
 
5 - il video Schindler's List – Theme Itzhak Perlman con musica ed immagini dolorose ma tragicamente coinvolgenti…
 
6 - il tutto tra immagini che ritengo capaci di imprimersi nella nostra memoria…
 
 
 
 
 
 
 
 

SE QUESTO E’ UN UOMO
Primo Levi
 
«Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
Voi che trovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sì o per un no.
Considerate se questa è una donna,
Senza capelli e senza nome
Senza più forza di ricordare
Vuoti gli occhi e freddo il grembo
Come una rana d’inverno.
Meditate che questo è stato:
Vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore
Stando in casa andando per via,
Coricandovi, alzandovi;
Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
La malattia vi impedisca,
I vostri nati torcano il viso da voi».
 

 

 

 

 

 

C’E’ UN PAIO DI SCARPETTE ROSSE
Joyce Lussu 
 
C’è un paio di scarpette rosse
numero ventiquattro
quasi nuove:
sulla suola interna si vede ancora
la marca di fabbrica
c’è un paio di scarpette rosse
in cima a un mucchio di scarpette infantili
a Buchenwald
più in là c’è un mucchio di riccioli biondi
di ciocche nere e castane
a Buchenwald
servivano a far coperte per soldati
non si sprecava nulla
e i bimbi li spogliavano e li radevano
prima di spingerli nelle camere a gas
c’è un paio di scarpette rosse per la domenica
a Buchenwald
erano di un bambino di tre anni e mezzo
chi sa di che colore erano gli occhi
bruciati nei forni
ma il suo pianto lo possiamo immaginare
si sa come piangono i bambini
anche i suoi piedini
li possiamo immaginare
scarpa numero ventiquattro
per l’eternità
perchè i piedini dei bambini morti
non crescono
c’è un paio di scarpette rosse
a Buchenwald
quasi nuove
perchè i piedini dei bambini morti
non consumano le suole. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il trailer de… “La vita è bella”
 

 

 

 

 

 

 

 

Edvard Munch – L’urlo
 

 

 

 

 

 

 

 

 

E' un gran miracolo che io non abbia rinunciato a tutte le mie speranze

perché esse sembrano assurde e inattuabili.

Le conservo ancora, nonostante tutto,

perché continuo a credere nell'intima bontà dell'uomo.

Anna Frank

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MAI PIU’ TANTO ORRORE
E TANTA DISUMANITA'
 
 

 

Tony Kospan


 

 

 

PER LE NOVITA' DEL BLOG
 
SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I
 
 
 

About these ads

15 risposte a “SHOAH – PENSIERI POESIE IMMAGINI E NON SOLO… PER NON DIMENTICARE

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Quelle scarpette rosse sono un’infamia
    che pesa sulla coscienza dell’uomo
    e pensare che esistono alcuni che “osano” dire
    che l’olocausto è stata un’invenzione.

    Una rabbia che sfocia in doloroso pianto,
    non aggiungo altro.

  2. Una pagina bellissima “in memoria” di tanti esseri orribilmente trucidati, umiliati, seviziati da altri cosi detti: uomini, esseri umani…. :-(((((((((
    Proprio oggi, qualcosa che mi ha fatto rabbrividire, che mi ha fatto sentire una rabbia infinita, è stata la notizia che i giovani tedeschi, fino ai trent’anni non sanno niente della SHOAH, dei campi nazisti!!! Non ci sono parole per esprimere nei confronti dei responsabili il più grande disprezzo!

  3. Grazie Tony per le immagini, le poesie, le tue parole che sono sacrosanta veritá, come han potuto compiere tante atrocitá anche tra fratelli…chi sono questi negazionisti…come fanno a smentire ció che é ben documentato, fa ancora piú forte il dolore una posizione del genere. Quelle scarpette dove immaginiamo piedini di angelo, ci fa pensare a tutti quei bimbi che han fatto la stessa fine diventando angeli nella malgaggitá e nella vanitá dell´uomo.
    Spero che tutti possano sapere quello che veramente é accaduto…non a casa ancora l´odore di carne umana bruciata si puo´sentire nel viaggio della memoria.
    Paola/Vzla.

  4. bella ..bella davvero chapeau

    • Ringrazio tutti voi che avete commentato questo post… ed i tantissimi che l’hanno visitato… riconoscendosi nello spirito…(memoria… indignazione… e speranza che non accada mai più) che mi ha portato a farlo… con l’ausilio di immagini poesie video etc… di documentazione o di grandi autori…
      Mi ha in particolare colpito, in senso ovviamente molto negativo, la notizia che ci ha dato Alma che i giovani tedeschi non sappiano nulla di ciò… La cosa mi rattrista e mi preoccupa anche…

  5. Grazie, perchè solo ricordando c’è la speranza che non accada più!

  6. Non abbiate paura. Questi orrori sono stati fatti da nati da donna. Leggiamo, guardiamo, emozioniamoci…e ricordiamo cosa può diventare l’UOMO.

  7. Come puo essere che l’uomo sia riuscito a fare tutto questo? Non riesco a spiegarmelo…solo a pensarci mi viene lo schifo…mha /:(

  8. una pagina molto bella per il giorno della memoria, per vedere quanto l umanità può essere crudele.

  9. fantastica!!!!!!!! .’8

  10. a volte la gente non sa che prendersela con un’altra persona non conclude niente e non sa che le persone non si dividono in razze ma solo gli animali .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.766 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: